18 agosto 2019
Aggiornato 00:30
USA-UE

Obama rassicura l'Europa: non tradisco l'alleanza

Il Presidente americano: «A Lisbona per rafforzare i legami con gli europei»

ROMA - I legami tra Stati Uniti ed Europa sono più saldi che mai. L'Oriente è lontano e non è un'alternativa alla solida partnership tra Washington e l'Unione europea. Nel giorno in cui l'Alleanza atlantica adotta il suo nuovo concetto strategico, Barack Obama parla di «progressi sostanziali» e di «Nato totalmente unita», ma sente il dovere di rassicurare gli alleati europei. Lo fa da Lisbona, dove partecipa al vertice dei capi di Stato e di governo dei paesi membri: un summit che rappresenta l'occasione per «rilanciare l'Alleanza atlantica e rafforzare i legami di Washington con l'Unione europea», afferma il presidente al suo arrivo nella capitale portoghese.
«Siamo venuti a Lisbona per rilanciare l'alleanza della Nato in vista del XXI.esimo secolo e per rafforzare la partnership tra gli Stati Uniti e l'Unione europea», insiste l'inquilino della Casa Bianca, che individua anche alcuni ambiti per sviluppare la partnership con gli alleati, in particolare quelli dell'Ue: l'Afghanistan, la crisi finanziaria, lo scudo antimissile.