23 ottobre 2019
Aggiornato 04:30
Marea nera

Casa Bianca: da Hayward una nuova gaffe

L'ad di Bp ha assistito ad una regata all'isola di Wight

WASHINGTON - Una nuova «gaffe» nella comunicazione, l'ultima di una «lunga serie»: così il capo dello staff della Casa Bianca, Rahm Emanuel, ha commentato la notizia della presenza oggi dell'amministratore delegato della Bp, Tony Hayward, a una regata velica al largo dell'isola di Wight, nel sud dell'Inghilterra, mentre il petrolio continua a fuoriuscire dalla piattaforma della compagnia britannica nel Golfo del Messico.

Non appena è circolata la notizia della sua presenza alla regata, una valanga di critiche si è riversata su Hayward, autore già di infelici commenti nelle ultime settimane, tanto che il presidente della Bp Carl-Henric Svanberg ha annunciato ieri che l'ad non si occuperà più della gestione quotidiana della crisi. In una occasione Hayward aveva detto che si auspicava una rapida fine della crisi, che ha provocato la più grave catastrofe ambientale della storia degli Stati Uniti, per ritornare alla sua vita di sempre.

«E' tornato alla sua vita di sempre, lo aveva detto», ha detto Emanuel alla emittente ABC. Il capo dello staff della Casa Bianca ha detto che in questo momento l'attenzione dovrebbe essere rivolta a bloccare la falla, che dal 20 aprile sta riversando in mare migliaia di barili di greggio al giorno, e ad aiutare la popolazione degli Stati colpiti.