23 febbraio 2020
Aggiornato 22:00
Medio Oriente

Shalit, per Netanyahu l'accordo ci sarà entro 2 settimane

Lo riferisce un parlamentare israeliano. Tra i detenuti che saranno scarcerati ci sarà il leader di Fatah, Marwan Barghouti

GERUSALEMME - Per il premier israeliano Benjamin Netanyahu l'accordo con Hamas per la liberazione del soldato Gilad Shalit sarà concluso entro due settimane. Lo ha detto il parlamentare laburista Daniel Ben Simon, secondo quanto riporta il sito web del quotidiano israeliano Haaretz. Netanyahu, secondo Ben Simon, ha indicato anche che nella lista dei detenuti palestinesi che saranno scarcerati in cambio della liberazione di Shalit ci sarà il leader di Fatah in Cisgiordania, Marwan Barghouti.

OLMERT NON VOLEVA PAGARE IL «PREZZO» - «Nessun leader ha fatto ciò che Netanyahu ha fatto, e farà ciò che nessuno nel Partito laburista si è mai sognato di fare», ha detto Ben Simon, parlando in occasione di un evento culturale a Beer Sheva. Il parlamentare laburista ha anche ricordato che i negoziati per la liberazione di Shalit erano si erano arenati sotto il precedente governo Olmert, perchè l'ex premier «non voleva pagare il prezzo».

Shalit è stato rapito nel giugno 2006 in un raid al confine tra Israele e la Striscia di Gaza. Per la sua liberazione Hamas ha chiesto la scarcerazione di oltre mille detenuti.