31 maggio 2020
Aggiornato 06:00
Una decisione dettata essenzialmente da ragioni economiche

In Algeria con un occhio al soldo e uno alla fede, cambia il weekend

Non più il giovedì e venerdì, ma il venerdì e sabato

ALGERI - A partire da questo venerdì in Algeria cambia il calendario, o meglio cambia il weekend: il riposo settimanale non sarà più il giovedì e venerdì, come in vigore dal 1976, bensì il venerdì e sabato. Una decisione adottata dal consiglio dei ministri lo scorso 24 luglio e dettata essenzialmente da ragioni economiche.

Il cambiamento del weekend è infatti un vecchio cavallo di battaglia degli operatori economici pubblici e privati e degli istituti bancari algerini, costretti a lavorare in pratica solo tre giorni a settimana, lunedì martedì e mercoledì, mentre gli altri quattro giorni vengono 'inghiottiti' dello scarto tra il finesettimana algerino e quello del resto del mondo.

Uno scarto dai costi finanziari considerevoli, stimati dalla Banca Mondiale a circa 450 milioni di dollari l'anno. Il cambiamento dovrebbe consentire all'Algeria di guadagnare ben un punto percentuale di crescita (+3,5% nel 2008).

Il governo algerino ha operato una sorta di mediazione tra gli interessi puramente economici e quelli di matrice religiosa: invece di tornare al weekend universale (sabato e domenica) Algeri ha salvato capra e cavoli per non urtare troppo la sensibilità del mondo islamico, per il quale venerdì è il giorno di preghiera.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal