27 settembre 2021
Aggiornato 06:00
Aiuti per la crisi pandemica

DL Sostegni-bis, ultimo sforzo da 40 miliardi in vista della riapertura

Tra i capitoli principali una nuova tornata di contributi alle imprese, per circa 17 miliardi complessivi, ed il pacchetto lavoro che proroga al 28 agosto lo stop ai licenziamenti ma in modo selettivo

DL Sostegni-bis, ultimo sforzo da 40 miliardi in vista della riapertura
DL Sostegni-bis, ultimo sforzo da 40 miliardi in vista della riapertura ANSA

Via libera al decreto sostegni bis, nuovo pacchetto da 40 miliardi di aiuti per la crisi pandemica che, nelle intenzioni del governo sarà l'ultimo, «se la situazione pandemica continua a migliorare» come ha spiegato il premier Mario Draghi ribadendo che «il miglior sostegno è la riapertura, il più efficace, giusto e solido».

Tra i capitoli principali una nuova tornata di contributi alle imprese, per circa 17 miliardi complessivi, ed il pacchetto lavoro che proroga al 28 agosto lo stop ai licenziamenti ma in modo selettivo per le aziende che chiedono entro fine giugno la cassa Covid. Arrivano anche altri quattro mesi di reddito di emergenza, il contratto di rioccupazione, un nuovo bonus per gli stagionali, fondi a sostegni delle famiglie in difficoltà e la proroga degli sconti sulle bollette elettriche.

In tema fiscale, spiccano la proroga al 30 giugno dello stop alle cartelle esattoriali ed il rinvio al 2022 della plastic tax.

Draghi si è soffermato sul capitolo giovani che oltre alle misure contenute nel pacchetto lavoro prevede, tra l'altro, benefici per l'acquisto della prima casa per gli under 36 e la garanzia pubblica per i meno abbienti fino all'80% del mutuo. «Vogliamo un Paese per giovani» ha detto il Premier «questo è lo scopo dell'intero Pnrr». In tema di scuola previsti investimenti di quasi mezzo miliardo sulla sicurezza ed un concorso accelerato per docenti delle materie scientifiche e tecnologiche.

Di seguito una sintesi delle principali misure del decreto.

NUOVO ROUND DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO. Arrivano 15,4 miliardi complessivi per i nuovi ristori a fondo perduto. Confermato il sistema del 'doppio binario'. Il decreto stanzia 8 miliardi per una nuova tranche di sostegni «nella misura del cento per cento del contributo già riconosciuto» in base al precedente provvedimento. Previsti 3,4 miliardi per chi sceglierà il nuovo calcolo del calo dei ricavi col periodo dal 1 aprile 2020 al 31 marzo 2021, poi altri 4 miliardi per finanziare un conguaglio a fine anno parametrato sul risultato d'esercizio.

FONDO 100 MILIONI PER ATTIVITA' CHIUSE. Un fondo da 100 milioni di euro per «favorire la continuità delle attività economiche» che a causa delle misure di contenimento dal coronavirus siano state costrette, tra il primo gennaio 2021 e oggi, alla «chiusura per un periodo complessivo di almeno quattro mesi».

PROROGA 4 MESI DEL REDDITO DI EMERGENZA. Per l'anno 2021 sono riconosciute, su domanda, ulteriori quattro quote di reddito di emergenza, relative alle mensilità di giugno, luglio, agosto e settembre 2021. Per questo motivo è previsto uno stanziamento di 884,4 milioni di euro.

ARRIVA IL CONTRATTO DI RIOCCUPAZIONE. Il contratto, a tempo indeterminato, sarà legato alla formazione e a un periodo di inserimento di massimo sei mesi, durante il quale il datore di lavoro godrà di un esonero contributivo al 100%. Gli sgravi verranno restituiti nel caso in cui il lavoratore non sarà poi confermato al termine del periodo di inserimento. Gli sgravi sono cumulabili con gli altri interventi a disposizione delle aziende.

SOGLIA PER CONTRATTO DI ESPANSIONE SCENDE A 100 DIPENDENTI. Si abbassa a 100 dipendenti la soglia per il 2021 per il contratto di espansione sia per lo scivolo che per la riduzione dell'orario.

CONTRATTO SOLIDARIETÀ CON STOP LICENZIAMENTI. Le aziende che a giugno avranno lo sblocco dei licenziamenti, con un calo del 50% di fatturato, possono stipulare un contratto di solidarietà che porta la retribuzione dei lavoratori al 70%, ma l'impresa deve impegnarsi al mantenimento dell'occupazione. La riduzione massima di orario viene innalzata portando la riduzione media massima all'80% e la riduzione complessiva massima al 90%.

INCENTIVO PER USCITA DA CASSA COVID. Per le aziende del commercio e del turismo previsto un esonero contributivo al 100% per i dipendenti che vengono riportati al lavoro nel periodo di vigenza della cassa Covid.

PROROGA DELLA CASSA PER CESSAZIONE. Prorogata di sei mesi la Cassa per cessazione purché venga richiesta entro la fine del 2021.

NUOVO BONUS PER GLI STAGIONALI. Una nuova una tantum di 1.600 euro per i lavoratori stagionali del settore del turismo e degli stabilimenti termali.

COMMISSARIAMENTO ANPAL. Arriva un commissario all'Anpal per assicurare «la continuità amministrativa dell'Agenzia» in attesa «delle modifiche dello statuto, nonché della nomina del direttore e del consiglio di amministrazione» a cui «comunque si procede entro il termine di sessanta giorni dall'entrata in vigore del presente decreto».

ALTRI 1,65 MILIARDI PER IL PIANO VACCINI. Per il 2021 è autorizzata la spesa di 1.650 milioni di euro per gli interventi di competenza del commissario straordinario per il piano vaccinale. La stessa norma autorizza le regioni ad avvalersi di privati per le somministrazioni.

CREDITO D'IMPOSTA PER RICERCA SU VACCINI. Per le imprese che effettuano ricerca e sviluppo di farmaci innovativi, inclusi i vaccini, arriva un credito d'imposta del 20 per cento dei costi sostenuti dal 1 giugno 2021 al 31 dicembre 2030, a condizione che il beneficiario dell'aiuto si impegni a concedere licenze non esclusive.

750 MILIONI PER AGEVOLAZIONI TARI E BOLLETTE. Arrivano complessivamente 750 milioni di euro per finanziare la proroga degli sconti sulle bollette elettriche e la riduzione della Tari. In particolare, la norma stanzia 150 milioni di euro per prorogare da fine giugno a fine luglio 2021 gli sconti sulle bollette e istituisce al Ministero dell'interno un fondo con una dotazione di 600 milioni di euro per l'anno 2021 «finalizzato alla concessione da parte dei comuni di una riduzione della Tari».

AI COMUNI 500 MILIONI PER BUONI ALIMENTARI ED AFFITTI. Arrivano 500 milioni di euro «al fine di consentire ai comuni l'adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare, nonché di sostegno alle famiglie che versano in stato di bisogno per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche». Le risorse saranno ripartite entro 30 giorni con un decreto del Ministro dell'Interno, di concerto col MEF previa intesa in conferenza Stato-città ed autonomie locali.

STOP CARTELLE PROROGATO AL 30 GIUGNO. Prorogato di due mesi, dal 30 aprile al 30 giugno 2021, lo stop alle attività dell'agente della riscossione. Prorogato fino a fine 2022, poi, anche il termine per la contestazione delle sanzioni per l'ommessa iscrizione al catasto edilizio urbano dei fabbricati rurali situati nei comuni colpiti dal sisma 2016 e 2017.

NUOVO RINVIO PER LA PLASTIC TAX. Rinviata di ulteriori 6 mesi, dal 1 luglio 2021 al 1 gennaio 2022, l'entrata in vigore della plastic tax.

FONDO DA 500 MILIONI PER ENTI LOCALI IN DISAVANZO. Istituito, presso il Ministero dell'interno, un fondo di 500 milioni di euro per il 2021, in favore degli enti locali che hanno peggiorato il disavanzo 2019 rispetto all'esercizio precedente se «il maggiore disavanzo determinato dall'incremento del fondo anticipazione di liquidità è superiore il 10 per cento delle entrate correnti accertate».

BONUS VACANZE ANCHE IN AGENZIE DI VIAGGIO. Il bonus vacanze potrà essere utilizzato anche per il pagamenti di agenzie di viaggi e tour operator oltre che direttamente presso le strutture ricettive. Il bonus è utilizzabile fino a fine 2021 una sola volta per famiglie con un Isee non superiore a 40.000 euro. L'ammontare massimo del bonus è di di 500 euro per ogni nucleo familiare. La misura del credito e' di 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e di 150 euro per quelli composti da una sola persona.

150 MILIONI IN PIU' PER SETTORE TURISTICO. Il fondo a sostegno del settore turistico, delle attività economiche e commerciali nelle città d'arte è incrementato di 150 milioni di euro. Arrivano altri 50 milioni di euro per l'anno 2021, destinato all'erogazione di contributi in favore dei comuni classificati a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica.

100 MILIONI PER CONTINUITÀ ALITALIA. Per «scongiurare il rischio di interruzione del servizio di trasporto aereo» è concesso per 2021 ad Alitalia in amministrazione straordinaria e alle altre società del medesimo gruppo in amministrazione straordinaria» un «finanziamento a titolo oneroso non superiore a 100 milioni di euro e della durata massima di sei mesi, da utilizzare per la continuità operativa e gestionale».

PER SICUREZZA SCUOLE STANZIATI 470 MILIONI. Arrivano 470 milioni di euro per finanziare l'avvio in sicurezza dell'anno scolastico a settembre. La norma prevede un 'Fondo per l'emergenza epidemiologica da Covid 19' da 350 milioni di euro per le scuole statali per l'acquisto di beni e servizi. A questi si aggiunge un contributo di 50 milioni di euro alle paritarie per la stessa finalità. Stanziati anche 70 milioni di euro a favore degli enti locali per gli affitti di spazi aggiuntivi utilizzati per lo svolgimento della didattica.

CONCORSO ACCELERATO PER DOCENTI STEM. Un concorso accelerato per le materie scientifiche e tecnologiche (STEM) esclusivamente per le immissioni in ruolo dell'anno scolastico 2021/22. Le immissioni in ruolo sono legate agli obiettivi di rafforzamento delle materie scientifiche previsti dal Pnrr.

ARRIVANO 1,6 MILIARDI A SOSTEGNO DELL'EXPORT. La dotazione del Fondo per la promozione integrata gestito dalla Farnesina, utilizzato tra l'altro per contributi a fondo perduto per l'internazionalizzazione delle imprese, viene incrementata di 400 milioni di euro per l'anno 2021. Aumenta poi di 1,2 miliardi di euro la dotazione del fondo rotativo istituito presso il Mediocredito centrale destinato alla concessione di finanziamenti a tasso agevolato per le imprese che esportano fuori dall'Unione europea.

ALTRI 450 MILIONI PER IL TRASPORTO LOCALE. Arrivano altri 450 milioni di euro per il trasporto pubblico locale «in considerazione del graduale ripresa delle attività economiche e sociali ed al fine di consentire l'erogazione di servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale, destinato anche a studenti».