Allarme carne avariata

Carne marcia dal Brasile, uno scandalo tutto europeo: ecco cosa rischiamo

Nell'Unione europea è allarme carne avariata in seguito alla notizia di una maxi truffa perpetrata da una trentina di colossi alimentari brasiliani, che avrebbero esportato merce in decomposizione

ROMA – L'allarme per la carne marcia proveniente dal Brasile scuote tutta l'Unione europea. Un'indagine della polizia brasiliana ha portato alla luce una maxi truffa perpetrata ai danni dei consumatori internazionali da una trentina di colossi alimentari del luogo. Per nascondere l'odore della carne marcia in decomposizione venivano usate sostanze chimiche, così riuscivano a esportare un prodotto non idoneo al consumo a venderlo nei supermercati di tutto il mondo.

In UE è allarme carne avariata e in decomposizione
Il Brasile è il maggior esportatore al mondo di carni bovine e di pollo. L'Italia, secondo i dati della Coldiretti, solo nel 2016 ne ha importati 30 milioni di chili. E per questo, la notizia della carne marcia proveniente dal Brasile ha gettato il Belpaese nel panico. La polizia brasiliana ha appena scoperto una maxi truffa che coinvolge una trentina di colossi alimentari del luogo che avrebbero venduto carne non idonea al consumo (perché pericolosa in quanto in decomposizione) esportandola all'estero.

Quali rischi corrono i consumatori comunitari
In particolare, da quanto risulta dalle indagini condotte in loco, queste aziende erano solite corrompere gli ispettori sanitari e ricorrere all'uso di sostanze chimiche per coprire l'odore della carne adulterata e migliorarne l'aspetto. Venivano inoltre gonfiate con acqua o riempite con la carta, come nel caso nel pollo, per sembrare più voluminose. Almeno una trentina di aziende locali sono sotto indagine e tre di esse sono state già chiuse in seguito ai controlli. La Commissione europea ha deciso in questi giorni di cancellare dall'elenco dei venditori brasiliani autorizzati quattro aziende coinvolte nello scandalo. Ma ad oggi non è in grado di verificare quante partite di carne marcia sono state importate nell'Unione europea.

Cosa chiede il Movimento 5 stelle alla Commissione Ue
Altri paesi, come Cina e Corea del Sud, hanno preferito bloccare tutte le importazioni di carne dal Brasile, almeno finché non saranno diffuse maggiori informazioni sulle aziende coinvolte nello scandalo e sui rischi per la sicurezza dei consumatori. In Italia, il ministro dell'Agricoltura Blairo Maggi ha rafforzato i controlli alle frontiere, nei supermercati e nelle celle frigorifere per cercare di individuare i lotti di carne potenzialmente rischiosi. Non si tratta, però, di un'impresa facile. Dopo la notizia di uno scandalo così indecente per la sicurezza dei consumatori, sarebbe auspicabile che l'Unione europea bloccasse, almeno per il momento, tutte le importazioni di carne proveniente dal Brasile, come sottolinea l'esponente del Movimento 5 stelle Marco Zullo sul blog di Beppe Grillo.