22 maggio 2019
Aggiornato 08:30
Incontro azienda-sindacati al Mise

Landini: «Da Whirlpool aperture su Carinaro e None»

"L'azienda ci ha detto che il piano non lo cambia ma su Carinaro e None ha dichiarato un'apertura sulla possibilità di valutare un piano industriale senza licenziare nessuno". Lo ha detto il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, lasciando la sede del ministero dello Sviluppo economico dopo l'incontro su Whirlpool.

Roma (askanews) - «L'azienda ci ha detto che il piano non lo cambia ma su Carinaro e None ha dichiarato un'apertura sulla possibilità di valutare un piano industriale senza licenziare nessuno». Lo ha detto il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, lasciando la sede del ministero dello Sviluppo economico dopo l'incontro su Whirlpool.

Landini: Da Whirlpool piccole aperture
Conversando con i giornalisti Landini ha spiegato che i rappresentanti dell'azienda «hanno anche parlato di una possibile nuova piattaforma e ha chiesto tempo per valutare altre attività. Queste mi sembrano piccole aperture anche se restano dei problemi aperti che andranno risolti». Sul fronte sindacale Landini ha annunciato di aver «chiesto all'azienda la garanzia di ammortizzatori sociali fino al 2018 in modo da non avere nessun tipo di licenziamento». Il prossimo incontro tra sindacati e azienda si svolgerà venerdì, mentre in sede ministeriale le parti torneranno ad incontrarsi mercoledì 20 maggio.

Bellanova: Portiamo avanti il dialogo
«Adesso è importante provare a spostare in avanti la timida apertura dell'azienda». Il sottosegretario al ministero del Lavoro, Teresa Bellanova, commenta così l'incontro svolto oggi al ministero dello Sviluppo economico tra azienda e sindacati alla presenza del ministro Federica Guidi. Lasciando la sede del Mise, Bellanova ha sottolineato che «ora mi aspetto che ci sia un lavoro di merito tra le parti. C'è un confronto che continua e mi pare sia già un bel segnale».