4 giugno 2020
Aggiornato 16:30
Il rapporto di IRENA dimostra come le energie pulite siano fondamentali per il futuro

Le rinnovabili salveranno acqua e cibo

Entro il 2050, la domanda globale di energia sarà quasi raddoppiata, mentre quella di acqua e cibo è destinata ad aumentare di oltre il 50%. Solo con un impiego massiccio di energie alternative sarà possibile scongiurare nuove tensioni e proteggere la terra.

ABU DHABI - Le rinnovabili salveranno il mondo, e permetteranno di risparmiare acqua. A livello globale un sistema energetico con quote consistenti di energie rinnovabili, in particolare solare fotovoltaico ed eolico, consentirebbe di risparmiare notevoli quantità d'acqua, riducendo così le tensioni sulle risorse idriche già di per sé limitate. Questo in estrema sintesi quanto sostenuto dal rapporto di IRENA «Renewable Energy in the Water, Energy & Food Nexus», secondo cui la sola integrazione delle energie rinnovabili nella filiera agroalimentare potrebbe contribuire non solo a frenare la volatilità dei costi, ma anche e soprattutto a rafforzare la sicurezza energetica e a ridurre le emissioni di Co2.

ACQUA, CIBO, ENERGIA: I 3 SETTORI CHIAVE DEL FUTURO - Entro il 2050, la domanda globale di energia sarà quasi raddoppiata, mentre quella di acqua e cibo è destinata ad aumentare di oltre il 50%. Tradotto in parole povere, ciò significa una competizione sfrenata per risorse sempre più limitate, a fronte di effetti disastrosi direttamente collegabili al cambiamento climatico. Per questo, ha detto il direttore generale di IRENA Adnan Z. Amin, "dobbiamo ripensare radicalmente il modo in cui produciamo e consumiamo energia in relazione ai settori acqua e cibo".

PIU' ACQUA POTABILE PER TUTTI - Nei paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo, ad esempio, realizzando progetti di energia rinnovabile si potrebbero ridurre i prelievi di acqua del 20% entro il 2030. Nel Regno Unito si parla di un risparmio addirittura del 50%, di un quarto quello di Stati Uniti, Germania e Australia, e di oltre il 10% per l'India. Questo significherebbe migliorare la sicurezza di approvvigionamento di acqua potabile, mentre lungo le diverse fasi della catena di approvvigionamento alimentare le rinnovabili possono anche migliorare la produttività e ridurre le perdite. "Anche se la desalinizzazione rinnovabile può essere ancora relativamente costosa, riducendo i costi dell'energia rinnovabile tramite i progressi tecnologici, potrebbe diventare una soluzione economica e sostenibile nel lungo periodo». Il settore agroalimentare, dal canto suo, sostiene ancora Amin, potrebbe ulteriormente portare allo sviluppo di energie green, in grado di trasformare le economie rurali, migliorare la sicurezza energetica e contribuire a obiettivi ambientali.

L'ESEMPIO DEL MAROCCO - Un esempio? Il Marocco, che sta facendo molto per conquistarsi il titolo di Paese a vocazione green. Per prima cosa ha lanciato il proprio piano solare nel 2009 con l'obiettivo di produrre il 14% di energia elettrica prodotta nel Paese entro il 2020. Sono stati investiti 9 miliardi di dollari per costruire cinque impianti solari che producono 2mila megawatt di energia.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal