20 settembre 2019
Aggiornato 11:30
Momenti di tensione stamattina a Cagliari

Alcoa, operai in mare per bloccare l'arrivo dei traghetti

Sono stati subito recuperati dalle forze dell'ordine, che da ore presidiano tutta la zona e che attorno all'area degli attracchi hanno creato una «zona sterile» appunto per evitare blitz dei manifestanti. FIM: Sale la tensione, colpito nostro segretario Sardegna

CAGLIARI - Momenti di tensione stamattina al porto di Cagliari, dove è in corso una manifestazione preannunciata degli operai dell'Alcoa di Portovesme: alcuni di loro («uno o due persone» secondo la Guardia Costiera) si sono gettati in mare per impedire l'arrivo del traghetto Tirrenia partito ieri sera da Civitavecchia, comunque ancora lontano dalla banchina.
Sono stati subito recuperati dalle forze dell'ordine, che da ore presidiano tutta la zona e che attorno all'area degli attracchi hanno creato una 'zona sterile' appunto per evitare blitz dei manifestanti.

Al porto stanno ancora manifestando alcune decine di operai. Secondo la Questura di Cagliari la situazione è comunque tranquilla e non ci sono stati tafferugli.
Nei giorni scorsi gli operai dell'Alcoa avevano bloccato gli accessi all'aeroporto di Cagliari-Elmas.

FIM: Sale la tensione, colpito nostro segretario Sardegna - «Ribadiamo la necessità che la vertenza venga seguita al massimo livello istituzionale fin dall'incontro previsto per il 5 settembre, che chiediamo venga spostato dal ministero dello Sviluppo economico alla presidenza del consiglio. Chiediamo inoltre ad Alcoa ulteriore tempo per ritardare l'avvio dello spegnimento delle celle». Lo dichiara il segretario nazionale della Fim-Cisl, Marco Bentivoglio.
«Questa mattina oltre 400 lavoratori sono partiti dal Sulcis alla volta del porto di Cagliari Nel corso della mobilitazione ci sono stati attimi di tensione durante i quali il nostro segretario regionale della Fsm Cisl della Sardegna, Rino Barca, è stato colpito dalle forze dell'ordine, nonostante l'iniziativa fosse stata organizzata nel rispetto dei turisti in transito nell'area imbarchi traghetti. Proprio per questo, dai turisti stessi, sono partiti numerosi applausi e attestati di solidarietà per i lavoratori Alcoa in lotta».