31 marzo 2020
Aggiornato 04:00
Vicenda Fincantieri

Pd: Cicchitto s'informi, Governo unico responsabile

Fassina: «Irresponsabile e vile scaricare le colpe politiche su vertice azienda»

ROMA - «Il capogruppo Pdl Cicchitto si informi. Nella vicenda Fincantieri, gli unici irresponsabili sono i ministri del Governo Berlusconi che avevano preventiva e piena conoscenza del piano industriale presentato dall'a.d. Bono alle parti sociali il 26 maggio scorso». Stefano Fassina, responsabile Economia e Lavoro del Pd, ha definito «irresponsabile e vigliacco scaricare sui vertici tecnici dell'azienda una responsabilità tutta politica».
«Invece di recriminare, il governo si muova per contribuire a dare futuro a Fincantieri», ha detto ancora Fassina commentando il sospetto sul comportamento di Fincantieri del capogruppo Pdl

D'ANTONI - «Cicchitto - ha aggiunto l'ex segretario della Cisl Sergio D'Antoni, responsabile politiche e organizzazione sul territorio del Pd - dovrebbe apprezzare l'importante risultato ottenuto oggi dai lavoratori di Fincantieri, anziché scaricare su altri responsabilità che sono tutte del governo. Invece di alzare inutilmente fumo, il capogruppo Pdl si impegni a suonare una sveglia all'esecutivo Berlusconi, che da tre anni ha lasciato l'Italia senza politiche industriali, mortificando ogni prospettiva nazionale di sviluppo e di rilancio occupazionale». Lo afferma Sergio D'Antoni deputato e responsabile delle politiche e dell'organizzazione del Pd sui territori.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal