15 aprile 2021
Aggiornato 09:00
Finanziaria

Tremonti: anticipiamo il Dl sviluppo

A proporlo il Ministro dell'Economia: «Fermare l'orologio per preparare maxiemendamento»

ROMA - «Fermare l'orologio» e introdurre nel dl stabilità un «corpo di emendamenti che contenga la bozza di decreto» su cui il Governo era al lavoro in vista di un varo a metà novembre. A proporlo il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, arrivato questa sera in commissione Bilancio della Camera dove oggi il Governo era stato battuto su due emendamenti gemelli, presentati da Mpa e Udc e approvati anche con i voti dei finiani.

«Fermare l'orologio» - «La nostra strategia - ha detto Tremonti in commissione - era di combinare la legge di stabilità e un decreto che avremmo fatto in anticipo e in sostituzione del vecchio Milleproroghe. Oggi - ha proseguito il ministro - il premier ha anticipato il testo del decreto programmato per il 16 di novembre che avrebbe avuto come contenuto i mezzi di intervento fondamentali come gli ammortizzatori sociali, la proroga del salario di produttività e l'università e il fabbisogno residenziale per il 2011. A quel testo abbiamo lavorato in queste settimane e un'ipotesi che potrei fare, considerato il corso della discussione in questa sede, e molte ipotesi fatte in questa sede e il decreto, è quella di fermare l'orologio qua e immaginare un corpo di emendamenti che contenga quella bozza di decreto legge».
Il presidente della commissione Bilancio, Giancarlo Giorgetti, ha proposto quindi di riaggiornare i lavori alla «prossima settimana quando il Governo e il relatore saranno in grado» di presentare questo maxiemendamento.