27 maggio 2024
Aggiornato 03:30
Banche

Riforma, rischio pressioni su alcuni istituti

L'allarme della BCE: «Con le nuove regole più stabilità ma anche pressione sugli utili»

FRANCOFORTE - Le banche europee stanno diventando più sicure dopo la crisi finanziaria peggiore del dopoguerra. Ma gli aumentati costi della provvista potrebbero mettere sotto pressione alcuni istituti spingendoli ad assumere troppi rischi. E' il monito lanciato dalla Banca Centrale Europea che, nel suo rapporto annuale sul settore creditizio, pubblicato oggi, conclude che i nuovi requisiti di capitale e di liquidità predisposti dalle autorità di controllo e supervisione nazionali e globali da un lato aumenteranno certamente la stabilità del sistema. Ma dall'altro tenderanno a deprimere gli utili del comparto aumentando la concorrenza sui depositi sulla quale qualche banca alla fine potrebbe perdere.

«Risorse limitate per la provvista insieme con una maggiore domanda - si legge nel documento - probabilmente daranno luogo in una maggiore concorrenza e in più alti costi di provvista nel medio termine ...I crescenti costi della provvista potrebbero anche incoraggiare in un comportamento più propenso al rischio da parte delle banche che cercano di ristabilire la loro redditività».