6 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Paesi in «rosso»

Supersanzioni, la Germania spinge il piano Barroso

Lo rivela Financial Times. La linea non è condivisa da Italia e Francia, contrarie ad automatismi punitivi

FRANCOFORTE - In tema di rigore finanziario degli stati membri, la Commissione europea ha ricevuto oggi un fondamentale sostegno dalla prima economia europea, la Germania. Il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, infatti, ha affermato di «sostenere fortemente» le proposte che verranno avanzate oggi dal presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, che intende penalizzare quei Paesi che non ridurranno in modo sufficiente il loro debito pubblico. Una linea non condivisa da Francia e Italia, contrarie ad automatismi punitivi.

LE SANZIONI - Anticipando una lettera del ministro ai suoi 26 colleghi, il Financial Times titola oggi in prima pagina che Schaeuble vuole sospendere gli aiuti europei percepiti da alcuni stati in caso di violazione delle regole di bilancio comunitarie. Il ministro tedesco «suggerisce di sospendere gli aiuti europei allo sviluppo e all'agricoltura per i paesi colpevoli di violazioni ripetute» delle regole di bilancio comunitarie, riferisce il quotidiano. Inoltre, Schaeuble propone una sospensione del diritto di voto per i paesi che non raggiungeranno gli obiettivi di bilancio.
«L'introduzione di misure supplementari per prevenire e correggere i deficit eccessivi dei governi è il nocciolo del nostro tentativo di rafforzare la governance economica e di bilancio in Europa», scrive Schaeuble in questa lettera indirizzata ai suoi 26 colleghi e al presidente dell'Unione europea, Herman van Rumpuy.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal