15 ottobre 2019
Aggiornato 13:00
Relazione Banca d'Italia

Franceschini: «Pronti a collaborare a riforme strutturali»

«Sono le proposte del Pd, Governo non giri testa dall'altra parte»

NAPOLI - Il Pd «è pronto a collaborare in Parlamento con il governo e la maggioranza per le riforme strutturali» sollecitate oggi dal governatore della Banca d'Italia Mario Draghi. Lo ha detto il segretario del Pd Dario Franceschini al termine della sua visita al Cnr di Napoli.

«Dal governatore - ha sottolineato il numero uno dei democratici - sono arrivate parole chiare. Le condividiamo: servono riforme strutturali per uscire dalla crisi e misure per affrontare l'emergenza». Draghi, ha ricordato Franceschini, «ha detto che il tasso di disoccupazione toccherà il 10 per cento, ha spiegato chiaramente che un milione e 600mila lavoratori non hanno ammortizzatori sociali, ha spiegato che le piccole e medie imprese non sono sostenute dalle banche che hanno fatto poco. Questi sono i temi per i quali da settimane presentiamo proposte concrete in Parlamento come l'assegno di disoccupazione e gli aiuti alle Pmi».

«Speriamo - ha concluso Franceschini - che ora che queste sollecitazioni non vengono solo da pericolosi estremisti come noi ma dal governatore della Banca d'Italia l'esecutivo non continui a girare la testa dall'altra parte. Siamo pronti a collaborare a riforme strutturali».