21 giugno 2024
Aggiornato 08:30
Agricoltura

Seminario dell'Agris sulla valorizzazione delle risorse genetiche agrarie

«Gestione e valorizzazione delle risorse genetiche agrarie - attività di ricerca in corso e prospettive di sviluppo per il territorio» è il titolo del seminario organizzato da Agris

«Gestione e valorizzazione delle risorse genetiche agrarie - attività di ricerca in corso e prospettive di sviluppo per il territorio» è il titolo del seminario organizzato da Agris, l'Agenzia regionale per la ricerca in agricoltura, per martedì 7 ottobre nella sede di Bonassai. L'iniziativa ha l'obiettivo di fare il punto sulle conoscenze scientifiche acquisite e sulle strategie che vengono attualmente utilizzate per la conservazione e la valorizzazione delle risorse genetiche agrarie della nostra Isola.

La conservazione della biodiversità delle specie agrarie, animali, vegetali e microbiche, viene universalmente considerata strumento fondamentale per assicurare l'adattamento delle specie allevate e coltivate alle modificazioni delle condizioni ambientali. I cambiamenti climatici e la conseguente diffusione di nuovi patogeni in zone a clima temperato, richiamano il mondo scientifico a intensificare le ricerche, al fine di rendere disponibili gli strumenti necessari per la gestione di tali problematiche e, in ultima analisi, assicurare risorse alimentari sufficienti alle generazioni future. La salvaguardia delle risorse genetiche locali costituisce uno degli strumenti fondamentali per la conservazione della biodiversità globale.

In questo contesto la Sardegna, per la sua collocazione geografica e la complessità del territorio, costituisce un enorme serbatoio di variabilità genetica, la cui salvaguardia oltre a svolgere un ruolo ecologico, sociale e culturale, offre molte opportunità di sviluppo del territorio.
Tra gli argomenti di cui si parlerà figurano la valorizzazione delle razze locali nelle specie di interesse zootecnico; il ruolo delle comunità locali nella conservazione della biodiversità e l'esperienza di S'Armidda; gli studi applicativi sulla biodiversità in campo vegetale; le risorse genetiche dell'arboricoltura e della silvicoltura della Sardegna.
Coordina i lavori Giuseppe Pulina, direttore generale di Agris.