21 giugno 2024
Aggiornato 10:00
Morti bianche

Strage sull'A1. «Gli operai morti per un bullone»

Barberino del Mugello ha proclamato il lutto cittadino. Si indaga per omicidio colposo

E' pesante l'accusa del cognato di una delle vittime di ieri sulla A1. Secondo Giovanni Ienno, cognato di Gaetano Cervicato, uno dei 3 operai morti in un cantiere per la variante di Valico sull'autostrada A1, a Barberino di Mugello la causa dell'incidente sarebbe stato un bullone difettoso. «Gaetano era un grande lavoratore, addosso aveva ancora guanti e cintura. - ha detto l'uomo - Su quella piattaforma ci salivano solo i più coraggiosi, gli altri si rifiutavano: non e' giusto morire così».

E uno dei primi accertamenti che la procura di Firenze ha intenzione di chiedere agli esperti è proprio una perizia sul montaggio di uno dei perni di tenuta della piattaforma aerea da cui sono precipitati gli operai. Per il pubblico ministero che segue l'inchiesta si tratta di omicidio colposo. Intanto l'amministrazione cittadina ha dichiarato per lunedì il lutto cittadino.