14 novembre 2019
Aggiornato 15:00
Cessione Milan

Milan: le chiacchiere di Berlusconi e una verità inconfutabile

Malgrado le chiacchiere della famiglia Berlusconi, Silvio e Paolo, il futuro del Milan è sempre più incerto. Colpa di un’operazione closing avvolta nella nebbia e di una gestione della trattativa portata avanti in maniera farsesca. E il rispetto per i tifosi va a farsi benedire…

Calcio - Serie A

Paolo Berlusconi: «Le mani del governo di Pechino sul Milan»

Intervenuto a Telelombardia il fratello minore di patron Silvio ha confermato un’importante indiscrezione sui nuovi acquirenti del Milan: «Ci sono i fondi statali in questa operazione, dietro la cordata che sta per acquistare il club c’è il governo di Pechino».

Calcio - Serie A

Paolo Berlusconi: «Silvio metterà il Milan solo in buone mani»

C’è sollievo all’indomani dell’intervento chirurgico al quale si è dovuto sottoporre Silvio Berlusconi per un problema cardiaco. Il fratello Paolo ha rassicurato tutti e soprattutto i tifosi del Milan, in ansia doppia per la questione societaria che riguarda il club: «Se mio fratello venderà sarà solo per farlo tornare grande».

Nessun cambio di strategia

Cessione Milan: tutti i dubbi di Berlusconi

Ormai si aspetta solo che il presidente rossonero sciolga i suoi ultimi dubbi e apponga la tanto agognata firma al patto in esclusiva con i cinesi per la cessione del 70% del Milan. E l’ipotetica cordata alternativa sponsorizzata da Paolo Berlusconi non sembra minacciare il buon esito della trattativa guidata da Galatioto. Preoccupano piuttosto tutte le perplessità del patron del Milan.

Calcio - Serie A

Cda Milan: i piccoli azionisti ribaltano Galliani

Ci si aspettava un pomeriggio di fuoco al Portello, nella sede di Casa Milan, dove si è tenuta l’Assemblea dei Soci per l’approvazione del bilancio 2015 che si è concluso con un passivo di quasi 90 milioni. Tante le critiche a Galliani e soprattutto tante legittime domande, ma dall’ad sono arrivate ben poche risposte.

Rivelazione del segreto d'ufficio

Unipol, Paolo Berlusconi indagato

Per i pm di Milano l'editore de Il Giornale pubblicò il contenuto della telefonata «in favore» del fratello e presidente del Consiglio Silvio Berlusconi