20 agosto 2019
Aggiornato 11:30
Parla il procuratore aggiunto di Reggio Calabria

Gratteri: «In Calabria vietiamo i funerali ai boss»

Le mafie hanno costantemente bisogno del consenso popolare per dimostrare la loro forza e il funerale di un boss diventa veicolo per l'affermazione di un messaggio di forza. Queste le parole del procuratore aggiunto di Reggio Calabria Nicola Gratteri

Il prefetto Postiglione: inadeguata l'Agenzia dei beni confiscati

Dadone: «Nella lotta alle mafie, lo Stato ha perso»

Il prefetto Umberto Postiglione, direttore dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, denuncia l'inadeguatezza di metà del personale che lavora nell'Agenzia. Alla luce di questa importante dichiarazione, il Movimento 5 Stelle interroga il governo con un'interpellanza urgente, ma nessuna risposta.

Il capo dello Stato sulla riforma della Giustizia

Napolitano: via il caos dalla Giustizia

Il presidente della Repubblica incontra i nuovi membri del Csm e parla della necessità di riformare la giustizia: la profonda crisi economica che affligge il Paese conferma la non rinviabilità della riforma. Domani, su l'Espresso, Renzi presenta il pool che si occuperà dei lavori della riforma: alla guida il procuratore aggiunto di Reggio Calabria Nicola Gratteri.

Mafie | Stragi '92 e '93

Gratteri: «Falcone e Borsellino? Due fuoriclasse»

Così Nicola Gratteri, procuratore aggiunto della Repubblica di Reggio Calabria, ha ricordato ai microfoni di Prima di tutto», su Radio 1, i drammatici attentati di Palermo del 1992, i 57 giorni fra l'omicidio di Giovanni Falcone e quello di Paolo Borsellino.