24 gennaio 2019
Aggiornato 08:00
Saranno chiusi gli 8 reattori più datati

Anche la Germania si scopre verde e dice addio al nucleare

Procede il piano di Berlino per abbandonare la produzione di energia atomica entro il 2022: alla mezzanotte di sabato scorso è stata scollegata dalla rete elettrica tedesca la centrale nucleare Grafenrheinfeld, il primo dei 17 impianti ancora attivi ad andare offline.

Intanto per fine mese sarà pronta una bozza di accordo con la Turchia

Il gas russo passerà per la Germania

Gazprom in partnership con E.On, Shell e Omv costruirà un gasdotto a doppia linea da 55 miliardi di metri cubi l'anno, dal Mar Baltico verso lo Stato tedesco. Le quattro aziende hanno firmato un memorandum di intenti a riguardo durante il forum economico di San Pietroburgo

Efficienza energetica

E.On vuole darci una mano a risparmiare energia

La compagnia tedesca ha acquisito una partecipazione nella start-up americana Enervee che ha sviluppato una piattaforma dinamica in cui i consumatori possono fare scelte più efficienti sul piano energetico in merito a elettrodomestici ed apparecchi elettronici

Oggi lo propone Renzi, ma l'idea risale al secondo governo Prodi del 2006

Italia hub del gas? Lo stato dei rigassificatori attivi e autorizzati

3 gli impianti funzionanti, ma per quello di Livorno è dovuto intervenire lo Stato e inserirlo fra le opere di interesse strategico per ripagarne i costi. Dei 5 progetti approvati, 4 aspettano finanziamenti e 1, quello di Zaule, ha fatto irritare i vicini sloveni.

La compagnia tedesca ha dismesso tutte le attività in Spagna e Portogallo

Addio Sud europa, Eon si sposta a Nord

Sta proseguendo la strategia industriale del colosso energetico di cessione degli asset in Italia e non solo, per concentrarsi meglio nelle operazioni di esplorazione e produzione nel Mare del Nord. Ieri i suoi sette impianti fotovoltaici nel Belpaese sono passati al fondo italiano per le infrastrutture F2i SGR, a gennaio invece le centrali termoelettriche ai cechi di Eph

La sete di energia del vecchio continente

La diplomazia del gas di Putin

L'Ungheria ha annunciato di voler raggiungere un nuovo accordo di lungo periodo con la Russia per l'importazione di gas naturale. Quest'anno infatti scadrà il contratto firmato nel 1996. Intanto Mosca ha fatto sapere ad Atene di essere disposta ad aiutare economicamente il Paese, che sarà il nuovo rubinetto verso l'Ue una volta ultimato il «Turkish Stream»

Mercato dell'energia | Gas

«Gazprom non aumenterà i prezzi nonostante le sanzioni»

Il numero uno di E.On, primo gruppo energetico europeo, è convinto che i prezzi dell'energia garantiti dai contratti con i fornitori russi non aumenteranno, nonostante le minacce di Mosca dopo l'adozione di sanzioni economiche occidentali.