24 settembre 2021
Aggiornato 02:30
Dopo tre anni di dominio Ogier, il campionato ha un nuovo leader

Rally di Svezia, il gatto delle nevi Latvala riporta la Toyota alla vittoria dopo 18 anni

Quarto successo in Scandinavia, il 17° in carriera, per il finlandese. Che, dopo avere rischiato di restare a piedi durante l'inverno, solo alla sua seconda gara con la casa con cui ha trovato un accordo in extremis, trionfa e si porta in testa al Mondiale

KARLSTADT – Alla Toyota sono bastati due rally dal suo ritorno nel Mondiale per risalire su quel gradino più alto del podio da cui mancava da ben 18 anni. A Jari-Matti Latvala, che per il ritiro dalle corse della sua precedente casa, la Volkswagen, aveva rischiato di restare a piedi nel corso dell'inverno, prima di accasarsi in extremis con i giapponesi, è bastato tornare a respirare l'aria di casa per riprendersi lo scettro del Rally di Svezia, suo per la quarta volta con altrettante auto diverse (la prima, nel 2008, lo laureò più giovane vincitore di sempre). È stato dunque un successo importante ed emozionante il numero 17 nella carriera del finlandese, anche se fortunoso: favorito dallo schianto di ieri sera che ha messo fuori gioco il leader indiscusso delle prime due giornate, Thierry Neuville su Hyundai. Ma non per questo meno meritato, come dimostra il dominio assoluto della domenica, in cui Latvala si è aggiudicato tutte e tre le prove speciali (compresa quella spettacolo finale) incrementando da solo 3.8 a ben 29.2 secondi il suo margine sul secondo classificato Ott Tänak. Grazie al secondo posto nella gara inaugurale della stagione, a Montecarlo, Latvala si porta dunque in testa alla classifica generale per quattro punti, interrompendo la lunghissima striscia positiva del quattro volte iridato Sebastien Ogier che durava consecutivamente dal febbraio 2014. Il francese della Ford, anche lui ritrovatosi a sorpresa in lotta per il successo dopo la bella rimonta di ieri, è stato protagonista di un testacoda nel primo scratch di oggi e si è dovuto accontentare del terzo gradino del podio. Prossimo appuntamento del campionato dal 9 al 12 marzo in Messico.