16 ottobre 2019
Aggiornato 17:30
Wrc | Rally di Finlandia

Il Mondiale più incerto del decennio sbarca sulle strade più veloci dell'anno

Il duo di testa racchiuso in undici punti, più due outsider pronti a inserirsi nella lotta, a sole cinque gare dalla fine della stagione. Tra i salti e i laghi finnici il capolista Sebastien Ogier ha già vinto in passato, ma solo una settimana fa è stato vittima di un incidente che non ci voleva proprio

JYVASKYLA – In testa c'è sempre lui, Sebastien Ogier: «Ma attenzione, mancano ancora cinque rally e non è finita – avverte lui – Non capita spesso di vedere quattro piloti in lotta per il titolo con una classifica così corta». E i numeri confermano le parole del vincitore degli ultimi quattro Mondiali: se il 33enne francese guarda tutti dall'alto in basso con i suoi 160 punti, a quota 149 c'è Thierry Neuville e, più staccati ma non fuori gioco, a 112 Jari-Matti Latvala e a 108 Ott Tanak. «La lotta più accesa sembra quella tra Thierry e me, ma non possiamo dimenticare che anche Jari-Matti e Ott non sono così distanti», conferma il pilota passato quest'anno dalla ritirata Volkswagen alla Ford. Quello che si presenta al via del Rally di Finlandia di questo weekend è dunque il campionato del mondo più combattuto dal 2009, pronto a crescere ulteriormente di intensità sulle strade di una delle tappe più tecniche e attese della stagione.

Gara per specialisti
Ogier la conosce bene, essendo stato uno dei pochi piloti non nordici a vincerla: «È veloce, molto veloce (l'anno passato la media oraria fu di 126,62 km, ndr), e i grandi salti e l'aderenza elevata ti danno un senso di guida incredibile». Ma la sua preparazione per il weekend finnico è stata compromessa da un violento incidente nei test della scorsa settimana. Dall'altra parte c'è il belga della Hyundai in serie positiva, essendo salito sul podio nelle ultime sei gare, inclusa la vittoria in Polonia che lo ha rilanciato in classifica. L'attenzione, dunque, è alta in vista del via fissato per giovedì sera a Jyvaskyla: i piloti affronteranno 25 prove speciali per un totale di 314,2 km tra laghi e foreste prima di raggiungere il traguardo nella serata di domenica.