25 febbraio 2020
Aggiornato 13:30
Colpo di scena nel Rally d'Italia in Sardegna

Il leader Paddon sbatte e si ritira, Tanak ringrazia e passa in testa

Alla fine della seconda tappa l’estone sulla Fiesta Wrc è passato in testa quando il neozelandese della Hyundai ha dovuto abbandonare per una toccata. In Wrc2 sempre primo Jan Kopecky su Skoda. Oggi tappa conclusiva con traguardo ad Alghero alle 14:15

ALGHERO – Nuovi colpi di scena al Rally Italia Sardegna che durante la sua seconda tappa ha regalato emozioni ed incertezza su ogni possibile pronostico della settima prova del campionato del mondo rally. Ott Tanak è passato al comando della gara al volante della Ford Fiesta Wrc, l’estone di M-Sport World Rally Team, navigato dal connazionale Martin Jarveoja, ha preso il comando sulla Ps 13 Coiluna-Loelle 2 in cui ha vinto, quando Hayden Paddon su Hyundai i20 Coupè Wrc, al comando fino a quel momento, ha danneggiato la sospensione posteriore destra ed è stato costretto al ritiro. Tanak ha anche vinto la prova numero 12 e 14, a conferma di un ottimo e costante ritmo di gara, come lui stesso ha confermato. Paddon aveva vinto il crono d’apertura della giornata. In seconda piazza è salito l’equipaggio finlandese della Toyota Yaris Wrc Jari-Matti Latvala e Miikka Antilla, che hanno sempre attaccato durante le sei prove odierne. Terza piazza in rimonta per l’equipaggio belga di Hyundai Motorsport Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul sulla i20 Coupè Wrc, che dopo aver vinto la prova 11 ha accusato noie ai freni poi risolte in assistenza, permettendo al duo la nuova risalita. Al quarto posto di tappa il finnico Esapekka Lappi, che ha vinto la Ps 15 dopo aver risolto il problema alla seconda marcia nella prima tappa. Quinta posizione per un altro finlandese, Juho Hanninen su Toyota Yaris Wrc, che con una strategia di gara attenta e proficua ha portato la terza vettura del Toyota Gazoo Racing Wrt nella top five.

Ogier alla riscossa
I francesi Sebastien Ogier e Julienne Ingrassia sulla Ford Fiesta M-Sport Wrt hanno iniziato l’attacco ed ora sono sesti, dopo lo svantaggiato ruolo di apripista nella prima tappa, ma l’equipaggio leader del mondiale ha perso oltre un minuto sulla prova 12 per una foratura con cambio di ruota in prova. Retrocesso in settima posizione il norvegese Mats Otsberg su Ford Fiesta Rs Wrc, quando sulla Ps 12 ha forato e cambiato la ruota in prova e poi nel tentativo di rimonta si sono aggiunte noie ai freni e ad una sospensione. Ottavo posto per il norvegese Andreas Mikkelsen in aumento di feeling con la Citroen C3 Wrc del team Total Abu Dhabi, con la quale è al debutto. Con il nono posto assoluto il ceko Jan Kopecky sulla Skoda Fabia R5 è sempre leader della Wrc2, dopo aver passato il francese Eric Camilli che sulla Ford Fiesta R5, completa la top ten. In Wrc3 e nella classifica iridata Junior è leader lo spagnolo Nil Solans, che precede il francese Nicolas Ciaimin, entrambi su Ford Fiesta R2. Oggi, domenica 11 giugno, saranno quattro le prove speciali della terza e conclusiva tappa del Rally Italia Sardegna; cerimonia del podio al porto di Alghero alle 14:15.