2 dicembre 2022
Aggiornato 01:00
Basket NBA

Fontecchio-Banchero, grande Italia in NBA

Dopo due «finti» esordi durati pochi secondi, il n° 16 degli Utah Jazz ha finalmente trovato minuti, responsabilità e canestri sul parquet: contro Houston coach Will Handy gli concede ben 16 minuti, e lui non delude

Pallone da basket della NBA
Pallone da basket della NBA Foto: Pixabay

E' il giorno di Simone Fontecchio in NBA. Dopo due «finti» esordi durati pochi secondi, il n° 16 degli Utah Jazz ha finalmente trovato minuti, responsabilità e canestri sul parquet: contro Houston coach Will Handy gli concede ben 16 minuti, e lui non delude: 13 punti, tutti nell'ultima frazione, tirando 3/4 dall'arco e mettendo in mostra le sue doti di grande realizzatore.

Paolo Banchero supera anche l'esame Madison Square Garden, ma neppure questo basta ai suoi Orlando Magic per trovare la prima vittoria. L'ex Duke va oltre i 20 punti (21 con 6/13 al tiro e 9/11 dalla lunetta, con anche 4 rimbalzi e 2 recuperi) anche nel suo debutto newyorchese e diventa così soltanto la terza prima scelta assoluta a iniziare una stagione con quattro prestazioni consecutive con almeno 20 punti.

Match spettacolare tra Grizzlies e Nets: 4 giocatori con più di 35 punti a referto (Morant e Bane da una parte, Durant e Irving dall'altra) nella sfida vinta da Memphis, Banchero segna 21 punti al Madison Square Garden ma Orlando non riesce ancora una volta a vincere. Perde anche Fontecchio, che gioca contro Houston i primi veri minuti in NBA: 16 minuti in campo, 13 punti e tre triple a bersaglio. Non si ferma la corsa di Portland, unica imbattuta della lega.

SuperCurry: 33 punti e Golden State supera i Kings

Steph Curry segna altri 33 punti in questo super avvio di stagione e guida Golden State al successo contro i Kings, Phoenix batte a domicilio i Clippers grazie ai 35 punti di Devin Booker, Utah beffa all'OT New Orleans (Fontecchio in campo soltanto per pochi secondi), con i Pelicans preoccupati dagli infortuni di Brandon Ingram e Zion Williamson. Vince al supplementare anche Cleveland, successi comodi per Minnesota e Charlotte. Nella gara della domenica sera, i Lakers incassano il terzo ko in fila.