13 luglio 2020
Aggiornato 06:00
Formula 1

Analisi stagione F1 che sta per cominciare

La stagione di Formula Uno non ha ancora preso il via che già le polemiche e le discussioni impazzano

La Mercedes n. 44 di Lewis Hamilton
La Mercedes n. 44 di Lewis Hamilton Ufficio Stampa

La stagione di Formula Uno non ha ancora preso il via che già le polemiche e le discussioni impazzano. È inevitabile che l’affare riferito al DAS, il nuovo volante in movimento che è stato lanciato da parte di Mercedes abbia colto un po’ tutti di sorpresa. Una mossa che, a partire dalla Ferrari, nessuno si sarebbe aspettato.

E i primi test che si sono svolti sul tracciato catalano di Barcellona non ha altro che chiarire ancora di più le idee sul team che è favorito per la stagione che sta per prendere il via. Anche i bookmakers, tra l’altro, hanno capito come la Mercedes rimanga la squadra da battere. Tutte le quote antepost che vengono proposte sulle varie piattaforme online lo dimostrano alla perfezione. Scommettere sulla F1, magari su una un’altra contender, è un vero e proprio rischio. Non c’è solamente lo sport su cui puntare online, però, visto che anche le slot machine stanno avendo un successo clamoroso nel corso degli ultimi tempi. Merito dello sviluppo tecnologico, sempre più avanzato, che riesce a garantire agli utenti un’esperienza di gioco che ormai si può finalmente paragonare con quella dei casinò dal vivo.

Non mancano polemiche e discussioni

A far discutere i vari team c’è sicuramente il DAS, che secondo gli altri team si tratterebbe di un sistema al limite secondo quello che viene definito da parte del regolamento. In casa Mercedes, però, sono estremamente sicuri di essere dalla parte della ragione.

Anzi, hanno più di una volta sottolineato come il DAS, acronimo che sta per Dual Axis Steering, non rappresenti affatto un problema per la Federazione. Se così fosse, però, per le altre squadre sarebbe notte fonda, dal momento che Hamilton e Bottas avrebbe uno strumento in più per poter ambire alla vittoria e a stracciare gli avversari su ogni circuito.

Ad ogni modo, Lewis Hamilton è sicuramente il pilota che viene considerato da tutti gli addetti ai lavori come il favorito per la vittoria del titolo mondiale. E non potrebbe essere altrimenti, non solamente perché è alla guida della monoposto migliore, ma anche per una sua innata capacità di riuscire a sfruttare ogni minimo errore degli avversari e a trasformarlo in oro colato.

Le chance di riconfermarsi sono effettivamente molto alte per il buon Hamilton e su questo un po’ tutti sono d’accordo. La vera domanda è relativa al fatto su chi potrebbe insediarlo: ebbene, attualmente, l’unico che sembra avere qualche opportunità di mettergli i bastoni fra le ruote è proprio il suo compagno di squadra, Valtteri Bottas.

In realtà, i bookmakers mettono come principale avversario nella lotta al titolo per Lewis Hamilton il ferrarista Leclerc, anche in virtù delle ottime prestazioni della scorsa stagione. In questo momento, però, la Rossa sembra essere più indietro rispetto alla Mercedes nello sviluppo della monoposto e questo potrebbe fare la differenza già durante le prime gare.

Vettel più indietro nella corsa al titolo, mentre tra le sorprese occhio ad Albon

Un altro contendente che potrebbe dare fastidio a Lewis Hamilton nel corso della stagione è sicuramente il pilota della Red Bull Verstappen: l’olandese, infatti, ha sicuramente le qualità per poter, nel lungo periodo, insidiare il campione del mondo britannico. Più indietro Vettel, visto che il tedesco della Ferrari è chiamato ad una stagione di riscatto, ma sembra, almeno dalla scorsa stagione, un po’ sulla via del tramonto.

Attenzione, però, alla sorpresa che potrebbe stravolgere la corsa verso il titolo nella prossima stagione. Si tratta di Alexander Albon, pilota britannico alla guida della seconda Red Bull, che potrebbe sparigliare un po’ le carte, soprattutto in area podio. Occhio anche a Pierre Gasly e a Carlos Sainz Jr, che potrebbe rappresentare le classiche mine vaganti.