8 dicembre 2019
Aggiornato 09:30

L'Inter vince il derby di Milano, Conte: «Vittoria meritata»

A San Siro la squadra di Conte batte 2-0 il Milan e centra la vittoria anche nel derby, allungando in vetta a punteggio pieno. Risolvono Brozovic e Lukaku

Video Serie A

MILANO - Inter sempre in testa da sola al vertice della classifica di serie A. A San Siro la squadra di Conte batte 2-0 il Milan e centra la vittoria anche nel derby, allungando in vetta a punteggio pieno. Nel primo tempo i rossoneri si aggrappano a Donnarumma, D'Ambrosio centra un palo e il Var annulla un gol di Martinez, poi i nerazzurri affondano il colpo nella ripresa. Brozovic sblocca il match al 49' grazie anche a una deviazione di Leao, poi Lukaku raddoppia al 78'.

Conte: «Vittoria meritata»

«C'è molta soddisfazione, i ragazzi hanno disputato una buonissima partita - commenta Conte a Dazn -. Venivamo da un gara in Champions che ci aveva lasciato l'amaro in bocca e dato ancora più carica. E' una vittoria meritata, sono contento per loro e per i nostri tifosi. Era il mio primo derby, ci tenevo a fare bella figura».

«Lukaku può dare di più»

La coppia d'attacco Lukaku-Lautaro Martinez può solo migliorare: «Lukaku può dare di più, siamo di fronte a un ragazzo di 26 anni. Se lavorato bene, è un giocatore per me molto importante. Abbiamo tanti ragazzi, Romelu ha solo 26 anni e Lautaro solo 22. Tramite il lavoro devo migliorare i miei giocatori. L'importante è che ci sia disponibilità come mi stanno dando. Sono contento per le 4 vittorie di fila, meno per l'inizio in Champions ma sono convinto che quell'inizio così ci abbia fatto capire alcune cose». Sul presunto litigio tra Lukaku e Brozovic avvenuto nella serata di Champions: «Averne di problemi con gente come loro. Sono due ragazzi eccezionali, ma tutti quanti lo sono».

Giampaolo: «Ci siamo disuniti»

Giampaolo analizza: «Abbiamo iniziato la gara con qualche titubanza, poi ci siamo ripresi e abbiamo giocato alla pari nel primo tempo - ha spiegato il tecnico del Milan -. Poi il gol ha rotto l'equilibrio e ci siamo disuniti, reagendo in maniera disordinata ed emotiva, non matura». «L'Inter ha qualcosa in più in termini di esperienza - ha aggiunto -. Leao mi è piaciuto, è agile e ha i numeri».