14 ottobre 2019
Aggiornato 19:30

Salvatore Caruso ci prova ma vince Novak Djokovic

Il serbo si è imposto in tre set, col punteggio di 6-3, 6-3, 6-2 in poco più di due ore di gioco. Caruso: «Me la sono giocata alla pari con Djokovic»

Salvatore Caruso
Salvatore Caruso ANSA

PARIGI - Non ce l'ha fatta al Roland Garros Salvatore Caruso, che come da pronostico ha dovuto lasciare il passo verso gli ottavi al numero uno al mondo e favorito del torneo, Novak Djokovic. Il serbo si è imposto in tre set, col punteggio di 6-3, 6-3, 6-2 in poco più di due ore di gioco.

Impresa ardua

Il 26enne di Avola era approdato al terzo turno dopo aver superato le qualificazioni. Giovedì scorso aveva travolto al secondo turno in tre set il francese Gilles Simon, testa di serie numero 25: 61 62 64. All'esordio si era sbarazzato invece in quattro set dello spagnolo Jaume Munar per 75 46 63 63. Il siciliano, numero 147 Atp e alla seconda presenza a uno Slam dopo quella degli Australian Open 2018, ha provato a creare qualche difficoltà al numero numero uno del mondo sul «Philippe Chatrier», ma l'impresa era troppo ardua. Al campione di Belgrado è bastato un break nel primo, uno nel secondo e due nel terzo per tenere sempre a distanza di sicurezza Caruso, che comunque non ha demeritato.

Caruso: «Me la sono giocata alla pari con Djokovic»

«Sono contento di come è andata la partita - ha detto in conferenza stampa - soprattutto per i primi due set sono stato costante. Sento di aver fatto partita pari con il numero uno del mondo. Sono contento di come ho gestito il centrale. Mi sono goduto ogni singolo momento». Arriva a un grande slam a 26 anni ma non ha recriminazioni. «Non mi piace guardare indietro - dice - punto sul presente e mi piace pensare ad ora. Non importa quando ci si arriva, ma arrivarci...».