13 dicembre 2018
Aggiornato 05:00

Svelata la data del ritorno di Caldara

Il difensore rossonero, bersagliato dagli infortuni, prova a gettarsi il peggio alle spalle e programmare il tanto sospirato rientro in campo
Mattia Caldara, prima stagione al Milan
Mattia Caldara, prima stagione al Milan (ANSA)

MILANO - Un 2018 da prendere, accartocciare accuratamente e gettare via. E’ più o meno questo il pensiero di Mattia Caldara, ventiquattrenne difensore passato in estate dalla Juventus al Milan nella maxi operazione che ha riportato a Torino Leonardo Bonucci e condotto in rossonero oltre a Caldara anche Gonzalo Higuain. Una stagione nata male (con problemi di adattamento al modulo a 4 in difesa e qualche acciacco fisico già pregresso dall’anno scorso a Bergamo) e proseguita peggio per Caldara che con la maglia del Milan ha giocato una sola partita in Coppa Uefa, collezionando zero minuti in campionato e vedendosi costretto all’intervento chirurgico per risolvere un grave problema al polpaccio che lo ha obbligato ad una sosta stimata in circa 4 mesi.

Recupero - Una soluzione estrema ma necessaria per l’ex atalantino, deluso e sconfortato, ma certamente combattivo per tornare nel 2019 a pieno regime e dare il suo contributo alla causa milanista dopo essere stato accolto come uno dei migliori acquisti del calciomercato rossonero dell’estate scorsa. Un Caldara motivato e determinato che nelle ultime ore ha svelato anche un importante indizio circa il suo rientro in campo: «Sto meglio - ha detto il calciatore - ho appena tolto il tutore, ma non posso forzare il rientro per non rischiare una ricaduta che sarebbe più grave dell’infortunio stesso. Tornerò certamente in campo a febbraio, i tempi da rispettare dovrebbero essere confermati».

Coppia centrale - Un rientro che al Milan aspettano con ansia per ammirare finalmente le prestazioni di un difensore che con Alessio Romagnoli formerà la coppia centrale del Milan ma anche della Nazionale nei prossimi anni, un rientro che potrebbe avvenire romanticamente il 17 febbraio quando il Milan sarà di scena a Bergamo in quella che per Caldara sarà la partita del cuore contro la sua ex Atalanta e che potrebbe rappresentare anche quella della sua rinascita.