15 dicembre 2018
Aggiornato 15:00

Verstappen, in Messico per rovinare la festa a Hamilton

Max Verstappen è pronto a salire sul gradino più alto del podio e rovinare la festa a Lewis Hamilton

Lewis Hamilton e Max Verstappen festeggiano il podio
Lewis Hamilton e Max Verstappen festeggiano il podio (ANSA | EPA | DIEGO AZUBEL)

CITTÁ DEL MESSICO - Non sarà semplice per Lewis Hamilton mancare il titolo iridato nel corso di questo weekend. Con un vantaggio di 70 punti sul suo rivale Sebastian Vettel, la settima piazza è quella a cui deve mirare il britannico se vuole assicurarsi il mondiale.

UNA RED BULL COMPETITIVA - Il pilota della Mercedes dovrà però guardarsi da una Red Bull parsa molto competitiva nella giornata di ieri, con Max Verstappen a conquistare la prima posizione in entrambe le sessioni di prove libere. L’olandese, dopo la grande rimonta che lo ha portato dalla diciottesima alla seconda posizione durante il Gran Premio degli Stati Uniti, è fiducioso di poter salire sul gradino più alto del podio nel corso di questo weekend. Infatti, l'Autódromo Hermanos Rodríguez, situato a circa 2300 metri di altitudine, a causa dell’aria rarefatta, è famoso per essere un circuito in cui le prestazioni dei vari motori vengono a trovarsi sullo stesso livello. «È l’ultima grande occasione della stagione per noi», afferma Max Verstappen. «Forse avremo qualche difficoltà in qualifica, ma per la gara la macchina sembra andare bene. Mi aspetto un risultato migliore di quello conquistato ad Austin, ma Lewis darà il massimo per vincere», conclude il pilota della Red Bull. Anche il Team Principal della squadra austriaca, Christian Horner, ha lasciato un commento sulle ottime prestazioni dei suoi piloti: «Max sembra molto a suo agio su questo tracciato e anche Daniel ha fatto un ottimo lavoro. Era da tempo che non dominavamo entrambe le sessioni del venerdì».

Se Verstappen dovesse conquistare la pole position nella serata di oggi, diventerà il più giovane poleman nella storia della F1, record che l’olandese cerca di ottenere da parecchio tempo, e il Messico sembra essere la sua miglior possibilità. Ma con Ferrari e Mercedes pronte a sfoderare la party mode, la mappatura motore più aggressiva, le chance del numero 33 si affievoliscono un po’.

PROBLEMI IN FP2 – Le due Red Bull erano confortevolmente in cima alla classifica durante la seconda sessione di libere quando, con pochi minuti rimasti sul cronometro, Max Verstappen è stato costretto a fermare la sua monoposto sull’erba. Il suo team ha velocemente diagnosticato il problema: era di natura idraulica. Nonostante l’imprevisto il team era fiducioso di poter risolvere il guasto e continuare il weekend senza ulteriori problemi.