24 giugno 2019
Aggiornato 15:00

Aprilia Racing Team Gresini, Giappone preview

La pista nipponica si è dimostrata terreno ideale per la Aprilia RS-GP nel 2017, con Aleix Espargaró stabilmente nella top 5 in tutte le sessioni di prova e settimo sotto la bandiera a scacchi

MOTEGI - La pista di Motegi, in Giappone, ospiterà la prima delle tre trasferte intercontinentali consecutive della MotoGP. Saranno poi Phillip Island, in Australia, e l'asfalto malese di Sepang a concludere un «trio» affascinante ed impegnativo. La pista nipponica si è dimostrata terreno ideale per la Aprilia RS-GP nel 2017, con Aleix Espargaró stabilmente nella top 5 in tutte le sessioni di prova e settimo sotto la bandiera a scacchi.
Scott Redding, che ha sfiorato la zona punti in Thailandia, vuole cominciare il suo weekend giapponese sull'onda delle buone sensazioni raccolte durante l'ultima gara.

ALEIX ESPARGARO' - «Adoro tutto del Giappone: il paese, i tifosi, il cibo e anche la pista di Motegi. Sono sempre stato competitivo su questo tracciato, è un layout dove contano molto le staccate e sia io sia la RS-GP abbiamo proprio nella frenata uno dei nostri punti forti».

SCOTT REDDING - «Voglio partire qui a Motegi con lo stesso feeling che ho avuto nella gara in Thailandia. Troveremo condizioni diverse, temperature più basse e questo dovrebbe darci una mano. Vista la scorsa gara, l'obiettivo è partire qualche posizione più avanti per essere in grado di lottare nella zona punti con meno difficoltà».