17 settembre 2019
Aggiornato 13:00

Gasperini tra Europa e mercato: «Che affare il Milan con Caldara»

Questa sera l’Atalanta si gioca l’Europa nel match di ritorno contro i bosniaci del Sarajevo dopo il 2-2 della scorsa settimana a Bergamo. Intanto il tecnico bergamasco parla di Caldara al Milan.

Il neo difensore rossonero Mattia Caldara
Il neo difensore rossonero Mattia Caldara ANSA

MILANO - Sarà una serata complicata quella che attende l’Atalanta nel cuore della Bosnia, dove affronterà il Sarajevo FK per il match di ritorno del secondo turno preliminare di Europa League. Si parte dal 2-2 dell’andata che ti fatto mette i balcanici nella posizione privilegiata di giocare per due risultati su tre, ma il peso specifico indiscutibilmente maggiore della formazione di Gasperini dovrebbe mettere al riparo i bergamaschi da inquietanti sorprese. Proprio l’allenatore nerazzurro, alla vigilia della partita, ha trasmesso il suo messaggio di ottimismo e coraggio alla squadra: «Rispetto all’andata abbiamo in più Freuler, poi sono gli stessi giocatori con una settimana di lavoro in più. Sotto l’aspetto atletico devo dire che non abbiamo avuto un calo nella partita scorsa, anzi, nel finale abbiamo giocato bene, però dobbiamo essere più precisi perché il Sarajevo è una squadra che sta sfruttare le opportunità. Il risultato dell’andata non rispecchia la partita, certo, a Sarajevo sarà più difficile, ma credo che la qualificazione sia apertissima. Abbiamo buone possibilità».

Blocco Atalanta
L’incontro con i giornalisti ha rappresentato anche l’occasione per sentire il parere  sul maxi affare che ha coinvolto Milan e Juventus, il trasferimento di Bonucci alla Juve e Higuain, ma soprattutto Caldara al Milan, da parte di colui che ha praticamente cresciuto il giovane difensore centrale all’Atalanta. «L’operazione mi ha sorpreso - le parole di Gasperini -. Caldara si era preparato tanto per andare alla Juve, ma alla fine va lo stesso in una grande squadra. Tra l’altro raggiunge Conti e Kessie, quindi c’è un po’ di Atalanta anche nel Milan. Stanno lavorando tanto in ottica futura e sono sicuro faranno bene».