18 agosto 2018
Aggiornato 08:30

Iannone domina un turno pazzo. Pirro cade ed è in ospedale

L'italiano della Suzuki si conferma il più veloce anche in una travagliata seconda sessione di prove libere. Il collaudatore Ducati vittima di un trauma cranico
Andrea Iannone in sella alla sua Suzuki nelle prove libere del GP del Mugello di MotoGP
Andrea Iannone in sella alla sua Suzuki nelle prove libere del GP del Mugello di MotoGP (Agenzia Bonora/Diario Motori)

SCARPERIA – Andrea Iannone domina, con quasi quattro decimi di vantaggio, anche una seconda sessione di prove libere del Gran Premio d'Italia particolarmente travagliata. Il turno è stato infatti interrotto con bandiera rossa per ben due volte: la prima per una brutta caduta alla curva 1 di Michele Pirro (il collaudatore Ducati ha riportato un trauma cranico ma è rimasto cosciente, ed è stato trasportato all'ospedale di Firenze per ulteriori esami), la seconda per un'esplosione del motore di Andrea Dovizioso che ha inondato l'asfalto di olio.

Bene gli altri tricolori
Tanti anche gli errori da parte degli altri piloti, a partire da Marc Marquez, che è stato protagonista prima di un lungo all'ultima curva e poi di una caduta alla curva 4. Nonostante questi inconvenienti, il leader del Mondiale si è piazzato terzo, subito alle spalle del connazionale Maverick Vinales. I piloti satellite Johann Zarco (quarto), Jack Miller (quinto) e Cal Crutchlow (sesto) precedono invece la seconda Yamaha ufficiale, quella di Valentino Rossi, settimo davanti al suo allievo e connazionale Franco Morbidelli, ottimo ottavo. Le due Desmosedici del nostro Danilo Petrucci (nono) e di Jorge Lorenzo (decimo) completano la top ten, da cui è per ora escluso Dovizioso, a dispetto del rientro in pista finale con il muletto. La MotoGP torna in pista domani mattina alle 9:55 per la terza sessione di prove libere.