20 luglio 2019
Aggiornato 03:30

Juventus: è Martial il primo regalo per Allegri

La dirigenza bianconera inizia a guardarsi intorno in vista della prossima stagione

Anthony Martial, attaccante del Manchester United e della nazionale francese
Anthony Martial, attaccante del Manchester United e della nazionale francese ANSA

TORINO - Una stagione ancora tutta da vivere per la Juventus, impegnata su tre fronti e con uno scudetto da difendere, una Coppa dei Campioni da assaltare e la finale di Coppa Italia da giocare contro il Milan. Ma mentre Massimiliano Allegri e i suoi giocatori sudano e sbuffano in allenamento e in partita, la società bianconera pianifica già il futuro, andando alla ricerca dei rinforzi che potrebbero rendere la Juve ancora più grande, a partire dalla prossima annata con Allegri ancora al timone bianconero al netto di decisioni diverse del tecnico livornese.

Obiettivo inglese

Svelata la trattativa per portare il centrocampista turco del Liverpool Emre Can a Torino dal prossimo luglio, Giuseppe Marotta lavora sottotraccia anche per altri elementi che possano accrescere il livello qualitativo dell'organico juventino. Sempre in Inghilterra, ad esempio, piace Anthony Martial, attaccante del Manchester United, uno dei possibili sacrifici dei Red Devils a fine stagione, chiuso dall'arrivo di Alexis Sanchez. Martial piace ad Allegri, è relativamente giovane, ha voglia di esplodere definitivamente e può agire in attacco sia come centravanti classico che come esterno, qualità che l'allenatore bianconero apprezza particolarmente come la trasformazione di Mandzukic insegna. Juventus che potrebbe perdere Cuadrado a luglio e che continua a ragionare sul futuro e sulle possibili offerte per Paulo Dybala, con Marotta pronto a parlare e a trattare col Manchester per portare a casa il talento francese, ricambio di un club che punta a rifarsi il trucco senza mai sbiadire.