28 febbraio 2020
Aggiornato 00:30
Calcio

Una coppia di ex bidoni milanisti alla guida dell’Ajax

Dopo l’esonero del tecnico Keizer, i lancieri si affidano ad un giovanissimo esordiente e al suo staff: in comune un passato fugace e non indimenticabile a Mila

L'Ajax, storico colb di Amsterdam
L'Ajax, storico colb di Amsterdam ANSA

AMSTERDAM - Un Ajax in difficoltà in campionato e fuori dalle coppe europee dà il benservito al tecnico Keizer (che aveva sostituito in estate Bosz, passato al Borussia Dortmund ed a sua volta silurato dai tedeschi), incapace di ripetere la bella stagione scorsa che aveva visto lo storico club olandese arrivare sino alla finale di Coppa Uefa poi persa contro il Manchester United di Mourinho. La notizia sarebbe di per sé un trafiletto pure poco interessante per i tifosi italiani, se non fosse che al posto di Keizer l’Ajax ha scelto uno staff composto da due meteore della serie A e del Milan di una ventina d’anni fa.

Bidoni prima….

A guidare i lancieri, infatti, sarà Michael Reiziger, assistito e coadiuvato dal suo vice Winston Bogarde, entrambi ex calciatori dell’Ajax ma anche del Milan. Già, eppure i tifosi rossoneri dovranno fare uno sforzo di memoria per far tornare alla mente i due olandesi con la maglia rossonera addosso circa vent’anni fa. Reiziger era un terzino destro dotato di fisico e tecnica, uno dei talenti sfornati dal settore giovanile dell’Ajax e giunto a Milano nell’estate del 1996 assieme ad Edgar Davids; nell’euforia dello scudetto appena conquistato da Fabio Capello, il popolo rossonero si illuse nella speranza di un nuovo ciclo olandese, ma Reiziger si rivelò ben presto inadeguato per il calcio italiano, non aiutato neanche dalla pessima stagione del Milan di Tabarez prima e Sacchi poi, chiudendo ingloriosamente e con pochissime presenze la sua esperienza milanista.

Allenatori dopo…

E così da Amsterdam arrivò anche il suo sostituto, Winston Bogarde, un bestione tutto muscoli che Capello (tornato nel frattempo in panchina) piazzò subito nella difesa titolare accanto a Maldini e Costacurta. Il tempo di rifilare qualche calcione a Inzaghi e Del Piero nel Trofeo Berlusconi di fine agosto contro la Juventus, ma soprattutto di rendersi protagonista di un fantozziano pastrocchio durante Udinese-Milan di campionato con retropassaggio sucida che manda in porta Oliver Bierhoff per il 2-1 dei friulani nel finale di gara, ed il Milan lo schiaffa immediatamente in naftalina, impacchettandolo e mettendogli in mano un biglietto aereo di sola andata. Nulla di buono da calciatori, ora le due ex meteore rossonere provano a riscattarsi da allenatori, un compito difficile ed affascinante per la nuova strana coppia dell’Ajax. Auguri.