13 novembre 2019
Aggiornato 21:00

Un tifoso compra la Yamaha di Valentino Rossi per beneficenza

Ben trentaduemila euro: tanto ha sborsato il generoso vincitore dell'asta benefica per assicurarsi la speciale R1 con la livrea del Dottore, consegnata e autografata da lui stesso

Valentino Rossi e Andrea Colombi consegnano la R1 con la livrea del Dottore al vincitore dell'asta benefica
Valentino Rossi e Andrea Colombi consegnano la R1 con la livrea del Dottore al vincitore dell'asta benefica Yamaha

GERNO DI LESMO – Il nove volte campione del mondo Valentino Rossi ed Andrea Colombi, responsabile della filiale italiana di Yamaha, si sono nuovamente riuniti per testimoniare e rafforzare ulteriormente l'impegno del brand nipponico in favore di progetti che mirano ad aiutare ragazzi in difficoltà. Realtà beneficiaria, quest'anno, è la Onlus Insuperabili, associazione sostenuta dal difensore di Serie A e della nazionale italiana Giorgio Chiellini e dal trio di webstar Gli Autogol ed impegnata ad organizzare corsi di calcio ed attività extra sportive dedicate a bambini con disabilità fisica e motoria, cognitivo relazionale e sensoriale comportamentale.

La moto del mito
Grazie alla collaborazione con la nota piattaforma di aste online CharityStars.com, Yamaha ha messo all'asta una incredibile Yamaha Yzf-R1 my 2017 in livrea numero 46, replica personalmente autografata e consegnata all'acquirente vincitore da Valentino Rossi. La casa di Iwata è riuscita a raccogliere una somma di 32 mila euro: tale importo è stato devoluto in favore di Insuperabili per andare a finanziare il progetto della Onlus che ha come scopo quello di garantire, attraverso il calcio, la crescita e l'integrazione all'interno della società di ragazzi con problematicità psico-motorie. «Siamo fieri di essere riusciti nell'intento di aiutare una realtà che si prefigge l'obiettivo di sostenere i più piccoli nel superare le proprie problematicità attraverso il calcio – ha raccontato Colombi – Crediamo davvero che la passione per la pratica sportiva, unita alla generosità degli appassionati motociclisti, costituisca un potente strumento d'aiuto in favore di associazioni come questa, fondate sui principi etici della lealtà e della correttezza, che aiutano i ragazzi a migliorare il proprio livello di salute. In quest'ottica Yamaha si prefigge di migliorare la vita delle persone creando prodotti unici ed innovativi e mettendo a disposizione ulteriori risorse che contribuiscono al sostengono delle situazioni di disagio».

Grande cuore da tifoso
Il più generoso tra gli offerenti, vincitore dell'asta, è un appassionato motociclista italiano, sfegatato tifoso del Dottore che ha avuto l'incredibile possibilità di conoscere da vicino il campione pesarese ritirando dalle sue stesse mani la speciale Yzf-R1, impreziosita da una sella con elementi grafici personalizzati, dall'inconfondibile numero 46 ed autografata al momento sul cupolino. Yamaha ha voluto confermare i propri valori identificativi e la propria sensibilità, mettendo a disposizione importanti risorse a favore di iniziative benefico-assistenziali così preziose. La casa di Iwata è dunque riuscita, ancora una volta, ad unire la passione per lo sport alla volontà di dare un significativo contributo alle persone in difficoltà con l'obiettivo di migliorarne la qualità di vita.