23 ottobre 2019
Aggiornato 19:30

Milan: novità sul rientro di Conti

Il terzino rossonero, fermo da settembre per la rottura del legamento crociato del ginocchio, non perde tempo ed è sulla via della completa guarigione. I 7 mesi indicati inizialmente per il suo recupero potrebbero diminuire notevolmente

Andrea Conti, prima stagione al Milan
Andrea Conti, prima stagione al Milan ANSA

MILANO - Andrea Conti è certamente il calciatore che più sta mancando al Milan e a Vincenzo Montella in una prima fase di stagione a fasi alterne per la formazione rossonera, lontanissima dalla zona quarto posto in campionato e non ancora qualificata nel proprio girone europeo. Il terzino ex Atalanta si è infortunato a settembre riportando la rottura del legamento crociato del ginocchio, un guaio gravissimo per il calciatore, costretto all'intervento chirurgico e con un rientro in campo stimato fra i 6 ed i 7 mesi, perdendo con ogni probabilità quasi tutta la stagione agonistica.Eppure il recupero di Conti sta scivolando via con estrema rapidità, non ci sono stati problemi, ritardi o controindicazioni, anzi, il difensore ha già ripreso a correre con costanza e non avverte dolore più del consentito

Tempi

Già sui social network, il calciatore del Milan si è espresso positivamente circa il suo rientro in campo ed anche da Milanello arrivano ottime notizie, inducendo a un grande ottimismo per il ritorno di Conti; attenzione, però, a non accelerare troppo i tempi, perchè se è vero che rivedere in campo Conti fra gennaio e febbraio (come vorrebbe l'ex atalantino) agevolerebbe non poco il Milan nella sua rincorsa in campionato e nell'avventura europea, è altrettanto chiaro che affrettando troppo il rientro c'è il rischio di una ricaduta che, come dimostra il caso di Florenzi, potrebbe comportare un problema ancora più grave ed un'assenza ancora più lunga. Conti scalpita, il Milan vorrebbe farlo rientrare, ma senza correre alcun rischio; avanti tutta, dunque, ma con le dovute precauzioni.