Calcio

Inter: Spalletti non si accontenta ancora

Nonostante il secondo posto in classifica e l’imbattibilità mantenuta, il tecnico nerazzurro chiede ancora di più ai suoi calciatori

Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter
Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter (ANSA)

MILANO - L’Inter viaggia a vele spiegate in campionato dopo il successo in casa del Verona che mantiene i nerazzurri al secondo posto della classifica a 2 punti dal Napoli capolista. Merito di un gruppo perfettamente plasmato e caricato da Luciano Spalletti che in meno tre mesi ha già dato un’identità precisa alla sua squadra, ricostruita sulle ceneri del disastro di un anno fa; è il tecnico toscano il grande protagonista della rinascita interista e di una compagine che in 11 giornate di campionato non ha ancora conosciuto nemmeno una sconfitta. Ma, nonostante l’altissimo rendimento della sua Inter, Spalletti non vuole né fermarsi e né accontentarsi e all’indomani del 2-1 di Verona sprona i suoi a fare ancora meglio: «Non esistono squadre che vincono solo con la maglia che indossano - afferma l’ex allenatore della Roma - e noi dobbiamo imparare a vestirci da grande squadra, puntare a fare ancora di più. A Verona e a Benevento abbiamo stentato? Non esistono partite facili, se non combatti non esci vincitore neanche dai campi in cui sei favorito». Domenica all’ora di pranzo arriva a San Siro il ritrovato Torino dell’ex Mihajlovic, l’ennesimo banco di prova per capire fin dove potrà arrivare un’Inter al momento da scudetto.