Calcio

Genoa, la giornataccia degli ex milanisti

Nella gara di Udine si sono distinti per sfortuna e negatività sia Bertolacci che Lapadula, entrambi passati in estate dal Milan alla squadra di Juric

Gianluca Lapadula, attaccante del Genoa ed ex calciatore del Milan
Gianluca Lapadula, attaccante del Genoa ed ex calciatore del Milan (ANSA)

UDINE - Torna da Udine con le ossa rotte il Genoa di Ivan Juric e non soltanto per la sconfitta patita allo stadio Friuli, ma anche perché due dei calciatori della formazione ligure sono usciti anzitempo dal campo, per motivi diversi. Entrambi ex milanisti, peraltro, entrambi  passati nella rivoluzionaria estate del Milan da indossare la maglia rossonera a vestirsi di rossoblu: il primo, Gianluca Lapadula (8 reti lo scorso anno con Montella), è stato costretto alla sostituzione dopo poco più di mezzora a causa di un guaio al ginocchio che potrebbe non essere di poco conto (si temono guai al legamento crociato per la punta torinese); il secondo, Andrea Bertolacci (poche presenze in due anni al Milan), espulso prima dell’intervallo per un’entrata assassina su Lasagna e buttato fuori dall’arbitro Maresca dopo la visione delle immagini televisive ed il ricorso al V.A.R. Una giornata da dimenticare per il Genoa e per due ex milanisti (il terzo, Taarabt, non ha per nulla inciso nonostante sia partito nell’undici titolare di Juric) che poca fortuna hanno trovato in rossonero e che nella nuova avventura genoana non sembrano aver trovato, almeno per ora, miglior sorte.