27 giugno 2017
Aggiornato 21:00
Calcio

Europei Under 21: l'Italia parte col piede giusto

Il netto 2-0 inflitto alla Danimarca permette agli azzurrini di Di Biagio di issarsi in vetta al girone assieme alla Germania che ha battuto la Repubblica Ceca. Bene Pellegrini, Conti e Petagna, male Berardi. Fischi ed insulti per Donnarumma

Una fase di gioco di Italia-Danimarca Under 21
Una fase di gioco di Italia-Danimarca Under 21 (ANSA)

CRACOVIA (POLONIA) - Gli Europei Under 21 in Polonia cominciano benissimo per l'Italia di Luigi Di Biagio che supera per 2-0 i pari età della Danimarca grazie a due bellissime reti di Pellegrini e Petagna, e si porta al comando della classifica del girone assieme alla Germania che sempre per 2-0 batte la Repubblica Ceca, prossimo avversario degli italiani. A Cracovia l'Italia ha giocato bene, ma non benissimo, come ha ammesso anche lo stesso Di Biagio a fine partita ("Dobbiamo migliorare"), ma l'importante era partire con i 3 punti, soprattutto in torneo in cui si qualifica solamente la prima di ogni girone e la miglior seconda dei tre raggruppamenti; mercoledì contro la Repubblica Ceca, l'Italia non potrà calare l'attenzione per poi giocarsi il primo posto nell'ultima gara con i tedeschi. Contro la Danimarca, oltre agli autori dei due gol, hanno brillato il futuro milanista Conti (devastante sulla fascia destra), ma anche il torinista Barreca sulla sinistra; Bernardeschi si è visto ad intermittenza ma ha mostrato i soliti lampi di classe, mentre in ombra è apparso, come spesso gli capita peraltro, Domenico Berardi, sempre lontanissimo da quella continuità che distingue i grandi calciatori dalle eterne promesse. Infine Donnarumma: il portiere del Milan, dopo le polemiche circa il suo mancato rinnovo di contratto, è stato bersagliato nel primo tempo da alcuni tifosi italiani posizionati dietro la sua porta e che lo hanno sistematicamente fischiato ad ogni tocco del pallone, hanno affisso l'ormai celebre striscione 'Dollarumma' ed hanno lanciato pure in campo, tanto per essere chiari, una fitta serie di dollari falsi. Per il portiere rossonero, insomma, non è certo il momento di fare nuove amicizie.