6 dicembre 2019
Aggiornato 18:30

Milan: chi il secondo di Donnarumma l’anno prossimo?

Con Storari in partenza, Gabriel non convincente e la promozione di Plizzari in dubbio, la dirigenza rossonera si interroga sul nome del nuovo dodicesimo in vista della prossima stagione

Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan
Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan ANSA

MILANO - Sulla permanenza di Gianluigi Donnarumma in rossonero anche per la prossima stagione non sembrano esserci dubbi, nonostante il rinnovo di contratto non sia ancora stato firmato e nonostante le bizze e i capricci di Mino Raiola, agente del portiere del Milan. Maggiori perplessità, invece, riguardano il ruolo di vice dello stesso Donnarumma per la prossima stagione, con tanti dubbi e diversi nomi al vaglio di Fassone e Mirabelli che dovranno decidere chi affiancare al diciottenne per l’annata 2017-2018. Pressoché scontata la partenza di Marco Storari, tornato a Milanello a gennaio, ma pronto a rifare le valigie già il prossimo mese di giugno, con i suoi 40 anni compiuti ed una carriera volta a concludersi; quasi impossibile anche che alle spalle di Donnarumma il Milan ripresenti lo sciagurato Gabriel, mandato in inverno a Cagliari proprio in cambio di Storari e silurato da Rastelli dopo le prime due orripilanti uscite con papere grossolane e gol subìti a ripetizione. Il brasiliano verrà messo sul mercato e il Milan incrocerà le dita nella speranza che qualcuno si accolli l’ex portiere del Carpi, nonostante le dubbie qualità e i rischi del caso.

Valutazioni

Chi allora il dodicesimo di Donnarumma l’anno prossimo? Fassone e Mirabelli valutano attentamente la posizione di Plizzari, già terzo portiere in questa stagione e possibile secondo nella prossima; il giovane talento rossonero piace, ma non ha ancora mai assaggiato il campo e rischia di bruciarsi alle spalle del titolare senza mai giocare. Possibile un suo prestito in serie B o in una piccola di A per testarne l’effettiva riuscita fra i professionisti; a quel punto il Milan potrebbe virare su una riserva esperta come Padelli, in scadenza di contratto col Torino e su cui anche l’Inter ha fatto un pensiero, come Mirante (che a Bologna si gioca il posto con Da Costa) o come Karnezis che potrebbe lasciare Udine appannaggio dei giovani Scuffet e Meret. L’ultima alternativa, forse la più quotata, è poi l’ingaggio di Antonio Donnarumma, fratello maggiore di Gianluigi, legatissimo a lui e pronto a formare una coppia inedita nel panorama calcistico, oltre a poter essere usato come «arma di seduzione» per convincere Donnarumma jr a legarsi ulteriormente ai colori rossoneri.