23 gennaio 2022
Aggiornato 15:30
Calcio

Milan: chi il secondo di Donnarumma l’anno prossimo?

Con Storari in partenza, Gabriel non convincente e la promozione di Plizzari in dubbio, la dirigenza rossonera si interroga sul nome del nuovo dodicesimo in vista della prossima stagione

MILANO - Sulla permanenza di Gianluigi Donnarumma in rossonero anche per la prossima stagione non sembrano esserci dubbi, nonostante il rinnovo di contratto non sia ancora stato firmato e nonostante le bizze e i capricci di Mino Raiola, agente del portiere del Milan. Maggiori perplessità, invece, riguardano il ruolo di vice dello stesso Donnarumma per la prossima stagione, con tanti dubbi e diversi nomi al vaglio di Fassone e Mirabelli che dovranno decidere chi affiancare al diciottenne per l’annata 2017-2018. Pressoché scontata la partenza di Marco Storari, tornato a Milanello a gennaio, ma pronto a rifare le valigie già il prossimo mese di giugno, con i suoi 40 anni compiuti ed una carriera volta a concludersi; quasi impossibile anche che alle spalle di Donnarumma il Milan ripresenti lo sciagurato Gabriel, mandato in inverno a Cagliari proprio in cambio di Storari e silurato da Rastelli dopo le prime due orripilanti uscite con papere grossolane e gol subìti a ripetizione. Il brasiliano verrà messo sul mercato e il Milan incrocerà le dita nella speranza che qualcuno si accolli l’ex portiere del Carpi, nonostante le dubbie qualità e i rischi del caso.

Valutazioni

Chi allora il dodicesimo di Donnarumma l’anno prossimo? Fassone e Mirabelli valutano attentamente la posizione di Plizzari, già terzo portiere in questa stagione e possibile secondo nella prossima; il giovane talento rossonero piace, ma non ha ancora mai assaggiato il campo e rischia di bruciarsi alle spalle del titolare senza mai giocare. Possibile un suo prestito in serie B o in una piccola di A per testarne l’effettiva riuscita fra i professionisti; a quel punto il Milan potrebbe virare su una riserva esperta come Padelli, in scadenza di contratto col Torino e su cui anche l’Inter ha fatto un pensiero, come Mirante (che a Bologna si gioca il posto con Da Costa) o come Karnezis che potrebbe lasciare Udine appannaggio dei giovani Scuffet e Meret. L’ultima alternativa, forse la più quotata, è poi l’ingaggio di Antonio Donnarumma, fratello maggiore di Gianluigi, legatissimo a lui e pronto a formare una coppia inedita nel panorama calcistico, oltre a poter essere usato come «arma di seduzione» per convincere Donnarumma jr a legarsi ulteriormente ai colori rossoneri.