21 novembre 2019
Aggiornato 14:00

Gambero rosso Aprilia: con la nuova livrea perde posizioni

Nella qualifica in cui sfoggia la colorazione dedicata a (Red), l'associazione benefica per la lotta all'Aids, la moto italiana non va oltre la sesta fila, mancando il passaggio alla fase finale: Stefan Bradl è 17° e Alvaro Bautista 18°

Alvaro Bautista in azione a Valencia
Alvaro Bautista in azione a Valencia

VALENCIA – Le Aprilia RS-GP, anche oggi nelle speciale livrea rossa che celebra (Red), scatteranno domani dalla sesta fila nel Gran Premio di Valencia che chiude la stagione MotoGP 2016. Nella sessione di qualifica, decisiva per la definizione della griglia di domani, Bautista ha trovato confidenza ma una scivolata alla curva cinque, mentre stava realizzando la sua miglior prestazione, ha interrotto la sua caccia alle caselle più avanzate di partenza. Ha così dovuto accontentarsi del tempo realizzato nel primo tentativo della Q1 (18° in 1:31.847) che gli vale la sesta fila. Meglio ha fatto Stefan Bradl che, in 1:31.813, sopravanza il compagno di una casella e gli si affianca in sesta fila. «Nelle prove libere abbiamo provato messe a punto diverse e alla fine mi sono trovato bene, girando in un buon 1:32 basso e sentendo fiducia nella moto – commenta Bautista – Così ho affrontato la qualifica ma con la prima gomma avvertivo una piccola vibrazione che non mi ha permesso di spingere troppo. Con la seconda mi sono trovato subito bene, ho fatto un giro senza tirare, solo per scaldare le gomme e già ero sul livello del mio miglior tempo. Ma quando ho iniziato a spingere sono caduto alla curva cinque. Peccato perché potevo togliere anche mezzo secondo. Ma resto molto fiducioso, ho un buon ritmo e già altre volte abbiamo dimostrato di poter rimontare molte posizioni in gara». Aggiunge il suo compagno di squadra Bradl: «Oggi non è andata benissimo, pur provando molte modifiche in termini di bilanciamento non siamo riusciti a risolvere del tutto la difficoltà nel far curvare la moto. Questo ci ha penalizzato più di quanto ci aspettassimo in qualifica, dove abbiamo fatto fatica non riuscendo a migliorare quanto gli altri. Il nostro passo invece non è male, riusciamo ad essere costanti anche con gomma usata, quello che ci è mancato oggi è stato il giro veloce. Sono sicuro che in gara potremo guadagnare qualche posizione». Le Aprilia RS-GP sfoggiano nel weekend di Valencia una livrea completamente rossa, privata della presenza di ogni sponsor e dello stesso logo della casa, per celebrare (Red), l’organizzazione fondata da Bono e Bobby Shriver che, con aiuti per 360 milioni di dollari, contribuisce dal 2006 alla lotta all’Aids, alla malaria e alla tubercolosi nei paesi africani.