26 aprile 2019
Aggiornato 10:00
Sorrisi nel box rosso

Ducati parte bene sulla pista nemica

Il circuito di Valencia sulla carta non è favorevole alla Desmosedici, ma la prima giornata di prove libere del Gran Premio conclusivo della stagione è stata comunque positiva per Andrea Dovizioso, quinto, e Andrea Iannone, settimo

Andrea Dovizioso in azione a Valencia
Andrea Dovizioso in azione a Valencia ( Michelin )

VALENCIA – Inizio positivo per i due piloti della Ducati sul circuito Ricardo Tormo a Cheste, nei pressi di Valencia: pista tortuosa, dove non si raggiungono velocità medie elevate e dunque la Desmosedici GP, almeno sulla carta, non può sfruttare le sue spiccate doti di potenza. Al termine della prima giornata di prove Andrea Dovizioso si è infatti classificato in quinta posizione con il tempo di 1:31.066, mentre il suo compagno di squadra Andrea Iannone ha chiuso il secondo turno di libere al settimo posto in 1:31.189. «Sono contento perché oggi siamo partiti con il piede giusto, con la conferma del buon feeling che ho avuto con la mia moto nelle ultime gare – spiega Desmodovi – Valencia rimane un tracciato abbastanza ostico per noi, ma stiamo lavorando per migliorare la nostra prestazione. Dobbiamo intervenire sull'assetto in modo che la moto mi permetta di uscire meglio dalle curve, ma tutto sommato per me è stato un buon venerdì». Gli fa eco il Maniaco: «Rispetto a questa mattina abbiamo fatto sicuramente un gran passo avanti: siamo migliorati molto e quindi sono abbastanza soddisfatto. Qui a Valencia però abbiamo qualche difficoltà perché la moto non curva ancora come vorrei e dovendo fare più angolo per farla girare, alla fine la gomma si stressa molto e perdo aderenza. Stiamo comunque lavorando su questo aspetto e, anche se per il momento siamo a mezzo secondo dai primi, come passo gara siamo messi abbastanza bene».