22 settembre 2023
Aggiornato 00:00
La Panigale R ancora davanti a tutti

Chaz Davies porta la Ducati in testa anche in Qatar

Il pilota gallese conferma la superiorità vista nelle ultime gare del Mondiale Superbike e si porta al comando anche nella prima giornata di prove libere dell'ultimo appuntamento stagionale a Losail: «Abbiamo le stesse buone sensazioni»

Chaz Davies in azione in Qatar
Chaz Davies in azione in Qatar Foto: Ducati

LOSAIL – La prima giornata di prove del tredicesimo ed ultimo appuntamento del Mondiale Superbike, di scena in notturna in Qatar, ha visto il team Ducati imporsi in vetta alla classifica dei tempi con Chaz Davies. Il pilota gallese, vincitore di cinque delle ultime sei gare e reduce da due doppiette consecutive, ha confermato la propria competitività anche sul tracciato di Losail siglando il miglior tempo in 1:57.712. Competitivo già dalla prima sessione di prove libere, chiusa al secondo posto, Davies ha lavorato in ottica gara con riscontri incoraggianti anche dal punto di vista del ritmo, per poi dare lo strappo decisivo nei minuti finali con gomma nuova. «Apparentemente abbiamo trovato da subito la stessa competitività che ci ha contraddistinto a Jerez, portandoci dietro le stesse buone sensazioni anche qui in Qatar – commenta Davies – Siamo stati abbastanza veloci nelle stesse condizioni atmosferiche che dovremmo incontrare in gara-1, quindi siamo fiduciosi. La pista è migliorata a poco a poco nell’arco della giornata, e sul finale in realtà non sono riuscito a fare un giro perfetto con il grip in progressivo aumento, ma è stato comunque sufficiente. In generale il pacchetto funziona a dovere ed abbiamo un buon passo, anche se cercheremo di limare un altro paio di decimi prima di domani. Abbiamo anche studiato a dovere le gomme a disposizione, e sappiamo cosa utilizzeremo per la gara».

Giugliano migliora ma è indietro
Venerdì in salita, invece, per Davide Giugliano. Ottavo al termine della prima sessione di prove, il pilota romano non ha trovato il feeling ottimale in sella alla sua Panigale R e, nonostante un miglioramento di circa mezzo secondo nell’arco della giornata, ha chiuso al tredicesimo posto. La classifica combinata particolarmente corta lo lascia comunque ben sperare per la Superpole 1. «Purtroppo abbiamo vissuto un venerdì in salita – ammette Giugliano – Il primo turno tutto sommato non è andato male, anche se dovevamo ancora adattare l'assetto alle mie esigenze. Nella seconda sessione di prove libere invece non siamo riusciti a trovare le giuste sensazioni in sella e, a causa di diversi inconvenienti, non siamo stati in grado di fare molti giri. La classifica corta, poi, non ci ha aiutato. Non ci arrendiamo di certo, e studieremo nel dettaglio i dati per fare le giuste modifiche in vista della gara di domani. Fisicamente sto meglio, e voglio dare il massimo per risalire la classifica e sfruttare il potenziale a nostra disposizione». Il team Ducati tornerà in pista domani alle 15:30 locali per la terza ed ultima sessione di prove libere in vista di Superpole e gara-1.