15 novembre 2019
Aggiornato 18:30

Aprilia conferma la crescita: di nuovo due piloti nella top 10

A Motegi, Alvaro Bautista è settimo, suo miglior risultato in carriera con la casa di Noale; Stefan Bradl decimo: un ulteriore indizio dei progressi compiuti dalla RS-GP: «Consolidiamo la tendenza di questa fase della stagione», spiega il boss

Alvaro Bautista esulta dopo aver tagliato il traguardo settimo a Motegi
Alvaro Bautista esulta dopo aver tagliato il traguardo settimo a Motegi

MOTEGI – Nella gara che ha deciso il Mondiale 2016, Aprilia ha di che essere soddisfatta. Alvaro Bautista, veloce e preciso per tutti i 23 giri, ha conquistato un bel settimo posto (suo migliore risultato stagionale) a 23 secondi dalla vetta. Decima piazza per Stefan Bradl, dopo che un piccolo errore nel finale gli ha impedito di provare l'attacco alla nona e ottava posizione. Nel complesso il weekend giapponese ha confermato lo stato di forma della squadra italiana. Veloci in qualifica e costanti in gara, per i piloti della casa di Noale si preannuncia un finale di stagione positivo. «Una buona gara per noi, abbiamo consolidato il trend di questa fase della stagione – conferma il responsabile di Aprilia Racing, Romano Albesiano – Andiamo verso una pista, quella di Phillip Island, con caratteristiche molto diverse dove cercheremo ulteriore conferma. L'obiettivo è continuare migliorare, cercando altri step che ci permettano di ridurre il distacco dai primi. Sono soddisfatto del lavoro di tutti, dalla squadra ai piloti senza dimenticare i ragazzi che lavorano a casa». Aggiunge il team manager Fausto Gresini: «Anche qui abbiamo confermato i nostri progressi, durante tutto il weekend. Nonostante le scivolate in qualifica i piloti hanno recuperato bene, Alvaro ha fatto una gran gara e anche Stefan ha portato a casa punti importanti. Dobbiamo continuare così, a piccoli passi, rimanendo concentrati. Aprilia e la squadra stanno facendo un ottimo lavoro, ci siamo avvicinati anche in termini di distacco, ora puntiamo a finire bene la stagione».

I commenti dei piloti
Alvaro Bautista è scattato bene al via, dalla dodicesima posizione, per poi superare in successione Redding e Petrucci. Dal decimo giro Alvaro ha mantenuto costante il distacco da Pol Espargaro, che lo precedeva, senza commettere errori e girando quasi sempre sotto all'1:47. Alla bandiera a scacchi il distacco dal vincitore Marquez è stato di 23 secondi, mentre il distacco dal quinto posto si è ridotto a otto secondi. «Una buona gara, il mio miglior risultato con Aprilia – commenta il pilota spagnolo – Certo le cadute ci hanno permesso di guadagnare un paio di posizioni, ma fanno parte delle gare. Mi soddisfa soprattutto il lavoro fatto in questo weekend. Dopo che venerdi non avevo buone sensazioni siamo stati bravi a recuperare, arrivando alla fase finale delle qualifiche. Abbiamo dimostrato di poter essere veloci su piste con caratteristiche molto diverse: da Misano, tortuosa, a Motegi con tante frenate forti e accelerazioni. Questo è importante, mostra che abbiamo fatto un passo avanti su tutti i fronti. Cercheremo di confermarlo nelle prossime gare, voglio finire la stagione nel migliore dei modi».‬‬ Prestazione positiva anche per Stefan Bradl, bravo a recuperare dopo una partenza non perfetta fino a conquistare il decimo posto. Il tedesco avrebbe anche potuto ambire a un miglior piazzamento ma un errore nel corso del penultimo giro gli ha fatto perdere il contatto con la ottava e nona posizione, alla sua portata fino a quel punto. «Non sono pienamente soddisfatto della gara di oggi, avevamo il potenziale per puntare ad un risultato migliore – ammette il tedesco – Purtroppo ho perso subito qualche posizione in partenza, mentre durante la gara non ho ritrovato lo stesso feeling in frenata che avevo ieri durante le prove. Questo mi ha portato a fare qualche errore che ci ha sicuramente fatto perdere qualche posizione. Essere in top 10 è comunque importante per continuare il trend positivo, abbiamo lavorato bene durante il weekend e vogliamo farlo anche a Phillip Island».