27 maggio 2019
Aggiornato 07:00

Jacobelli: «Milan senza qualità a centrocampo»

Il direttore del Corriere dello Sport spiega i motivi delle difficoltà riscontrate negli ultimi anni dalla squadra rossonera: «da quando è andato via Andrea Pirlo si è spenta la luce»

ROMA - Xavier Jacobelli, direttore del Corriere dello Sport e volto noto delle trasmissioni sportive nazionali, in una lunga intervista si è soffermato anche sulla situazione del Milan, reduce da due pareggi deludenti in campionato e dalla qualificazione in Coppa Italia: «A me continua a sembrare assurdo parlare di esonero di Mihajlovic - ha detto Jacobelli - in quanto il Milan da gennaio 2014 a luglio 2015 ha cambiato quattro allenatori e le cose non sono cambiate di una virgola. I rossoneri hanno un organico inferiore alle altre grandi, manca qualità a centrocampo, da quando è andato via Andrea Pirlo si è spenta la luce, nessuno è riuscito a sostituire il regista bresciano neanche in minima parte. La società, invece di esonerare allenatori a raffica, dovrebbe investire su un grandissimo centrocampista, ad esempio Witsel che so che costa molto, ma per cui farei un sacrificio e sarebbe all’altezza del blasone milanista. Bacca? Mi piace moltissimo, vale la cifra per cui è stato pagato».