14 ottobre 2019
Aggiornato 11:30

Bolelli-Fognini, finale amara

Nella notte italiana gli azzurri, vincitori a gennaio di uno storico titolo agli Australian Open, sono stati sconfitti per 64 67(3) 10-7, dopo un'ora e tre quarti di partita, dalla la coppia formata dal canadese Vasek Pospisil e dallo statunitense Jack Sock, ottavi favoriti del seeding e campioni in carica a Wimbledon.

INDIAN WELLS (Askanews) - Finale amara per Simone Bolelli e Fabio Fognini quella del doppio al «BNP Paribas Open», primo ATP World Tour Masters 1000 del 2015 dotato di un montepremi di 7.107.445 dollari in corso sui campi in cemento di Indian Wells, in California. Nella notte italiana gli azzurri, vincitori a gennaio di uno storico titolo agli Australian Open, sono stati sconfitti per 64 67(3) 10-7, dopo un'ora e tre quarti di partita, dalla la coppia formata dal canadese Vasek Pospisil e dallo statunitense Jack Sock, ottavi favoriti del seeding e campioni in carica a Wimbledon.

ANNULLATE NOVE PALLE BREAK - Una partita sempre all'inseguimento per gli azzurri che, dopo aver perso il primo set, si ritrovavano sotto 2-4 anche nella seconda frazione: qui Fabio&Simone recuperavano e finivano per aggiudicarsi il parziale (dopo aver mancato sei set-point tra il decimo ed il dodicesimo game) giocando un ottimo tie-break, chiuso per 7 punti a 3. Nel super tie-break, invece, la coppia nordamericana volava sull'8-3, poi sul 9-4 falliva tre match-point con altrettanti errori gratuiti prima di chiudere per 10 punti a 7. Da segnalare che nel corso del match Pospisil e Sock sono riusciti ad annullare nove palle break su dieci e sfruttandone due su quattro di quelle a favore.