21 febbraio 2019
Aggiornato 23:30

Formula 1, è il momento della verità: questa settimana si svelano le vetture

La Ferrari si scoprirà venerdì, la Mercedes campione in carica solo domenica, poco prima dell’inizio delle prove invernali a Jerez. Intanto sono già caduti i veli dalla nuova Lotus, potenziale sorpresa del Mondiale.

MARANELLO - E' ufficialmente cominciata la stagione delle presentazioni delle monoposto di Formula 1, l'ultimo grande appuntamento prima del debutto in pista, previsto domenica a Jerez. In tempi di crisi le sfarzose cerimonie degli anni '90 e 2000 sono ormai un ricordo del passato, ma ciononostante l'attesa per la rivelazione delle prime immagini delle nuove vetture (che molto spesso ritraggono una versione provvisoria, per non svelare troppi preziosi dettagli agli avversari) resta tanta.

La più alta, ovviamente, è per la nuova Ferrari che, come ha rivelato oggi il Cavallino rampante, si chiamerà SF15-T. Sarà presentata solo online, venerdì 30 gennaio, per non rubare neanche un secondo al lavoro in fabbrica. Poi salirà sul camion che la porterà in Spagna, dove sarà svezzata in pista proprio dal nuovo pilota di punta Sebastian Vettel. Che finora ha potuto saggiare, da regolamento, solo una rossa vecchia di due anni, sulla pista di casa di Fiorano. Poche le anticipazioni, a parte quella che riguarda la posizione del pilota, su cui si sta ponendo estrema cura per evitare che il casco (vista anche la notevole altezza di Vettel rispetto a Raikkonen) interferisca con l'aerodinamica della presa d'aria del motore.

Il giorno prima, giovedì 29, toccherà alla McLaren di Fernando Alonso, la prima della rinnovata partnership con la Honda. I campioni in carica della Mercedes attenderanno proprio l'inizio dei test per scoprirsi, mentre la Williams si è limitata a far circolare sulle riviste specializzate alcune immagini. Le sole due presentazioni vere e proprie compiute finora riguardano la cenerentola Force India, svelata in Messico (patria del suo pilota Sergio Perez), e soprattutto la Lotus, anch'essa forte di un motore rinnovato, il potentissimo Mercedes al posto del vecchio Renault.

E se gli indiani puntano su una lenta evoluzione che non dovrebbe portare frutti importanti se non da metà stagione in poi, la squadra di Enstone potrebbe invece essere una delle sorprese dell'anno, dopo essersi fermata all'ottavo posto nel Mondiale 2014. La coppia di piloti resta la stessa (Romain Grosjean e Pastor Maldonado), ma la nuova E23 Hybrid rappresenta «un enorme passo avanti - secondo il direttore tecnico Nick Chester - Non è un segreto che abbiamo avuto grossi problemi con la vettura dell'anno passato, perciò abbiamo prestato attenzione ad ogni area che ci ha causato grattacapi. E ci aspettiamo prestazioni molto migliori della monoposto precedente».

Un ottimismo decisamente irrituale, in un periodo in cui prevale la pretattica. Ma i fuochi d'artificio sono pronti ad esplodere presto, già questa domenica. Meteo permettendo: sulla pista di Jerez, scelta per i primi test per via della sua temperatura invernale decisamente mite, nel fine settimana si annuncia pioggia...