26 ottobre 2020
Aggiornato 01:30
Calciomercato

Benatia spaventa la Roma: «Mi sto guardando attorno»

Dopo la minaccia di Gervinho, prontamente rientrata, ora è il turno di Benatia, una delle rivelazioni del campionato giallorosso: «Voglio verificare l’interesse dei grandi club». Il tecnico Garcia minimizza: «Dopo una stagione così, logico che lo vogliano tutte le big».

ROMA – Per la Roma giallorossa sarà un’estate di patimenti. Il necessario scotto da pagare dopo una stagione trionfale, durante la quale tanti giocatori della Roma si sono messi in mostra. È di questo parere anche l’artefice di questa fantastica cavalcata, il tecnico Garcia, che affronta l’argomento Benatia, cercato da diversi club europei. L’allenatore francese, in un'intervista a L'Equipe, trova una spiegazione a tutto questo: «Data la sua stagione è logico che siano interessati a lui, ma ha quattro anni di contratto e nessuna clausola rescissoria, quindi sarà romanista il prossimo anno».

BENATIA: MI STO GUARDANDO ATTORNO – Leggendo però le parole pronunciate dal difensore ex-Udinese qualche dubbio resta: «È lecito guardarsi attorno e verificare se l'interesse dei grandi club come il Bayern, il Manchester City e il Barcellona è reale». Le parole di Mehdi Benatia arrivano come un fulmine a ciel sereno in casa giallorossa. L'intervista è stata rilasciata ad una tv marocchina e potrebbe aprire una crepa sul rapporto tra Benatia e la società. Lo stesso difensore marocchino ha anche spiegato: «Alla Roma sto bene ho un contratto di altre quattro stagioni e stiamo trattando per l'adeguamento. Non c'è accordo, fino a questo momento. Il mio agente si occuperà del mercato. Io sono con la mia Nazionale e quando sarà il momento vi farò sapere di più».

ADESSO TOCCA A SABATINI - Non faranno piacere a Rudi Garcia queste parole che a giorni siglerà un contratto con i giallorossi e aveva affermato che lo stesso difensore marocchino è imprescindibile dal progetto. Vedremo se Sabatini riuscirà a resistere alle sirene estere o se riuscirà a far cassa per poi reinvestire come fatto lo scorso anno con Marquinhos e Lamela.