27 luglio 2021
Aggiornato 01:30
Formula 1

Gp Bahrein: vigilia da campioni, occhi puntati sui «fab four»

La prima istantanea del Mondiale esclude Massa, si inizia domani

SAKHIR - E' fin troppo distesa la grande vigilia della Formula 1. Domani il circus taglierà il nastro del Mondiale più atteso di sempre, quello delle mille storie intrecciate sul copione della corsa al titolo iridato, ma a poche ore dalle prime prove libere del Gran Premio del Bahrein regnano il sorriso e la voglia di distendere i nervi. E' così che Michael Schumacher, Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Jenson Button - undici titoli Mondiali in quattro - hanno trascorso l'ultimo giorno di quiete prima della tempesta. Alterando, con una buona dose di buonumore, lo spartito tradizionalmente noioso della conferenza stampa ufficiale.

C'è il ritorno di Schumi in Formula 1 a tre anni dal ritiro, lanciato alla rincorsa del suo ottavo titolo iridato al volante della Mercedes e da avversario della Ferrari. Il Cavallino da domani a Sakhir inizierà a gestire una convivenza tutta latina e sulla carta difficile tra Felipe Massa, che torna a correre un Grand Prix dopo il terribile incidente della scorsa estate nelle qualifiche in Ungheria, e l'ex rivale Fernando Alonso, due volte campione del mondo con la Renault e, successivamente, primo alfiere della McLaren condannata per lo spionaggio industriale proprio ai danni del Cavallino. C'è il campione in carica, il britannico Jenson Button, chiamato a dividere il box della McLaren con il connazionale Lewis Hamilton, iridato nel 2008 proprio con la monoposto di Woking.

L'attesa, alla vigilia della prima giornata del Mondiale, è incentrata sui quattro campioni e sui loro sorrisi. Massa, che corre per vincere il Mondiale dopo averlo sfiorato due anni fa, oggi ha assaggiato questo clima osservando con un sorriso non propriamente divertito lo scatto chiesto dai fotografi: quello riservato ai 'fab four' del circus, Schumi, Alonso, Button ed Hamilton.

«La competizione è davvero agguerrita ma è per questo che è tutto così elettrizzante», ha detto Button, «questa stagione dovrebbe essere esaltante. Se non dovesse andare così allora vorrà dire che stiamo sbagliando». Determinato Alonso: «Sì credo di essere pronto per vincere», ha detto lo spagnolo, «ho aspettato a lungo di poter arrivare alla Ferrari, ci sono stati diversi anni di preparazione per poter arrivare a questo momento». Sulle parole e gli atteggiamenti di tutti, però, a farla da padrone è stato il carisma di Schumi. Il tedesco ha più volte scambiato parole e battute con l'ex scudiero Massa senza sbilanciarsi troppo sulle prospettive per questo 2010 per molti versi storico: «C'è una buona armonia in particolare con il boss (Ross Brawn; ndr) e questo rende tutto più facile. La lotta per il titolo? Davvero dura», ha detto il fuoriclasse tedesco.