Ipertensione: sintomi e cure

Ipertensione: modificando lo stile di vita si può prevenire e curare

Il dottor Carlo Maggio spiega a Diario Salute TV l’importanza dello stile di vita nella prevenzione e cura dell’ipertensione

L’ipertensione è una condizione patologica caratterizzata da un aumento dei valori pressori nelle arterie. Le arterie sono quei vasi che portano il sangue dal cuore verso la periferia del corpo – spiega Carlo Maggio, medico chirurgo specializzato in cardiologia. Le vene, al contrario, sono i vasi sanguigni che portano il sangue dalla periferia verso il cuore. Nelle arterie vige una certa pressione esercitata dal sangue sulle pareti. Se questa pressione aumenta allora possiamo avere diversi danni a carico di diversi organi. Gli organi bersaglio dell’ipertensione sono il cuore, il cervello, la retina il rene eccetera.

Quando si parla di ipertensione?
«Si parla di ipertensione nell’adulto quando riscontriamo più volte valori pressori superiori a 140 per la pressione sistolica o massima. E valori pressori superiori o uguali a 90 mmhg per la pressione diastolica o minima. Perché vengono prese in considerazione queste due misurazioni? Perché sono riferiti a quando il cuore si contrae – pressione sistolica – o rilascia. In quest’ultimo caso si parla di pressione diastolica».

E’ più importante la minima o la massima?
«In realtà è importante che la pressione arteriosa rientri nel range di normalità sia per quanto riguarda la massima che la minima. Quindi entrambe sono ugualmente importanti. Perciò avere la pressione arteriosa minima (diastolica) elevata o la massima alta (sistolica) comportano problemi analoghi. Quindi noi oggi non facciamo una distinzione importante e cerchiamo di curare comunque l’ipertensione».

I rimedi più efficaci
«Si dovrebbe iniziare sempre con un trattamento non farmacologico dell’ipertensione. Quindi un soggetto che non ha una pressione particolarmente elevata o segni di danni legati alla pressione dovrebbe essere curato con lo stile di vita. Per esempio perdita di peso – molto efficace nel ridurre la pressione arteriosa – evitare l’eccesso di sale e di alcolici. Per gli uomini consiglia 300 ml di vino al giorno e per le donne 250 ml, non di più. Ovviamente non fumare, fare attività fisica e cercare di seguire alcune tecniche di meditazione e rilassamento perché a volte la pressione è creata da un’alterazione del sistema neurovegetativo».

Farmaci e stile di vita
«Ovviamente sono i farmaci quelli più efficaci nel ridurre la pressione, anche se non bisognerebbe mai arrivare ad averne bisogno. Ve ne sono di tanti tipi e spesso cerchiamo di ridurli abbinandoli a un trattamento non farmacologico. Io oggi utilizzo anche delle sostanze naturali che vanno a lavorare sul sistema neurovegetativo. A volte, infatti, il sistema simpatico è tropo attivato in caso di stress e comporta dei valori pressori elevati. Quindi cerco sempre di modulare il sistema nervoso simpatico riportandolo nei valori normali. Ovviamente impegniamoci nel mantenere la pressione arteriosa bassa perché anche 3-5 mmhg in eccesso possono aumentare il rischio di ictus. E questo possiamo farlo bene modificando lo stile di vita», conclude il dottor Carlo Maggio.