15 dicembre 2018
Aggiornato 15:00

Se la tua dieta fallisce. Ritenta, il tuo cuore ti ringrazierà. Parola di scienziato

Scienziati della Purdue University, hanno scoperto che non è importante se non riusciamo a essere costanti in una dieta. L’importante è riprovare dopo ogni fallimento

Dieta e salute del cuore
Dieta e salute del cuore (Africa Studio | Shutterstock)

L’alimentazione è uno dei fattori più importanti per la nostra salute. E’ un elemento cardine per il mantenimento del nostro benessere. Per questo motivo è essenziale cibarsi di cibo sano e seguire una dieta di un certo tipo, possibilmente con costanza. Spesso, però, dopo un po’ di entusiasmo iniziale relativo all’introduzione di un nuovo regime alimentare, si inizia nuovamente a mangiare come prima e commettere gli stessi errori. Ma gli esperti dicono di non preoccuparsi e di tenere duro: il nostro cuore ringrazierà.

Malattie cardiovascolari
Secondo un recente studio, i fattori di rischio per le malattie cardiovascolari seguono da vicino i cambiamenti nei modelli alimentari, anche solo dopo un mese. «Se sei incoerente su quali tipi di alimenti mangi, i fattori di rischio per lo sviluppo di queste malattie possono variare. Anche a breve termine, le tue scelte alimentari influenzeranno l’esito della visita dal tuo medico curante», spiega Wayne Campbell, professore di scienze nutrizionali presso la Purdue University.

L’insuccesso è la norma
L’insuccesso di una dieta non deve essere visto come un evento raro, gli studiosi ritengono che sia la norma. Spesso si fanno tanti tentativi, ma è quasi impossibile riuscire a mantenere un regime alimentare sano. Per arrivare a tali conclusioni, il team coordinato da Campbell ha esaminato due studi. Tutti i partecipanti avevano adottato un modello alimentare in stile DASH o in stile mediterraneo.

Sodio e grassi
«Il nostro modello alimentare in stile DASH si concentrava sul controllo dell'apporto di sodio, mentre il nostro stile mediterraneo si concentrava sull'aumento dei grassi sani. Entrambi i modelli alimentari erano ricchi di frutta, verdura e cereali integrali», ha dichiarato Lauren O'Connor, autore principale dell'articolo.

Lo studio
Durante lo studio, i volontari hanno adottato uno schema alimentare sano per cinque o sei settimane, misurando i vari fattori di rischio. Allo scadere della quarta settimana i partecipanti tornavano a uno schema alimentare sempre più vicino a quello tradizionale. Ma dopo hanno iniziato nuovamente la dieta, della durata di cinque o sei settimane. Dopo tale periodo sono stati nuovamente osservati dagli esperti.

I risultati
Dai risultati è emerso che ogni volta che si adottava una dieta più sana, il sistema cardiovascolare assisteva a molti cambiamenti positivi, soprattutto in termine di pressione sanguigna (ridotta) e colesterolo (più basso). «Questi risultati dovrebbero incoraggiare le persone a provare di nuovo se falliscono al loro primo tentativo di adottare un modello alimentare sano. Sembra che il tuo corpo non diventerà resistente agli effetti di promozione della salute di questo modello di dieta solo perché l'hai provato e non hai avuto successo la prima volta. L'opzione migliore è quella di mantenere il modello sano in corso, ma se ti sbagli, riprova», suggerisce Campbell. Tutti i dettagli dello studio sono stati pubblicati su Nutrients.

Fonti scientifiche

[1] Nutrients 2018, 10(11), 1725; https://doi.org/10.3390/nu10111725 (registering DOI)  Short-Term Effects of Healthy Eating Pattern Cycling on Cardiovascular Disease Risk Factors: Pooled Results from Two Randomized Controlled Trials Lauren O'Connor 1, Jia Li 1,2, R. Drew Sayer 1,3OrcID, Jane E. Hennessy 1 and Wayne Campbell - Department of Nutrition Science, Purdue University, West Lafayette, IN 47907, USA - Department of Physical Medicine and Rehabilitation, University of Alabama at Birmingham, Birmingham, AL 35233, USA - Anschutz Health and Wellness Center and Division of Endocrinology, Metabolism and Diabetes, University of Colorado Anschutz Medical Campus, University of Colorado, Aurora, CO 80045 USA